bus migranti, rocca di papa, tensione al centro d'accoglienza mondo migliore, roma, estrema destra, forza italia, casa pound, forza nuova
I

Un’accoglienza carica di tensione quella riservata ai migranti giunti a Rocca di Papa, alle porte di Roma. Dalla nave Diciotti, ferma al porto di Catania per 5 giorni, all’hot spot di Messina, il calvario di questi profughi sembrava giunto al termine, ma arrivati al centro di accoglienza “Mondo migliore” hanno visto due diversi gruppi di manifestanti ad attenderli: da un lato membri di gruppi di estrema destra contrari al loro arrivo, dall’altro privati cittadini pronti all’accoglienza. Il posto è stato presidiato dalle forze dell’ordine con un blindato. 

Rocca di Papa, giunti i migranti della Diciotti: tensioni

Una ventina circa di militanti di estrema destra, fra cui esponenti di Casa Pound e Forza nuova, hanno sventolato bandiere tricolore davanti al centro di accoglienza, al momento dell’arrivo dei migranti. Sul fronte opposto, privati cittadini con cartelli “Welcome” gridavano: “Fascisti carogne, tornate nelle fogne”. A ribattere al coro dei cittadini, i militanti con : “Noi siamo dalla parte degli italiani”. Presenti anche esponenti di Forza Italia che hanno esposto la scritta: “Blocco navale unica soluzione. Solo così fermiamo l’invasione”.

I primi migranti partiti dall’hot spot di Messina sono giunti al centro Mondo migliore tra inni d’Italia da un lato e applausi dall’altro. I profughi, tutti eritrei, salutavano dal finestrino quando sono arrivati, ma rimarranno soltanto pochi giorni al centro di accoglienza. I cori delle due opposte fazioni hanno continuato anche dopo che il bus è entrato nella struttura. Alle frasi contro i migranti, le bandiere tricolore e gli inni d’Italia si contrapponevano cartelli “Welcome” e cori di “Bella Ciao”.

Il secondo pullman con i migranti della nave Diciotti, anche qui tutti eritrei, è arrivato alle 2:15 con qualche ora di ritardo dal momento che è rimasto fermo per molto tempo vicino Salerno a causa di un guasto. “C’è stato un abbraccio commosso tra gli ospiti e i nuovi arrivati. I ragazzi erano stremati”, hanno riferito gli operatori. All’interno del centro “Mondo Migliore” saranno ospitate anche alcune delle donne che hanno ricevuto assistenza medica a Catania.