Prende il via la festa tradizionale dei Giganti di Mistretta. Domani e l’8 settembre si terrà infatti la festa della Madonna della Luce e dei Giganti, “Mithia e Kronos”, organizzata dall’Associazione “Amastra Fidelis“, un evento inserito nel Cartellone di Palermo Capitale della Cultura 2018, che non è solo professione di fede, ma storia, leggenda antica, folklore.

Il programma della “Madonna della Luce e dei Giganti”

Il 7 settembre, parte dal paese il corteo formato dai Giganti, “Kronos, il Tempo”, che impugna la spada sguainata e “Mitya, il Mito”, che tiene nella mano destra un mazzetto di spighe e di fiori di campo, dai sacerdoti, dai fedeli, dalla banda musicale, dalla gente.

L’incontro tra la Madonna della Luce e i Giganti avviene “a Crucidda”, e tutti insieme, in processione, accompagnano la Madonna della Luce fino al Santuario di Maria Santissima dei Miracoli e Mithia e Kronos si dispongono come sentinelle l’uno a destra e l’altra a sinistra del portale della chiesa stessa.

Nella piazza dinanzi al Santuario della Madonna dei Miracoli, per festeggiare l’arrivo della Madonna a Mistretta, i Giganti si esibiscono nella loro ballata rituale.

L’8 settembre alle ore 12:00 i Giganti si esibiscono nei loro spettacolari e festosi balli.  Nel pomeriggio dello stesso giorno il fercolo della Madonna della Luce, accompagnato dai giganti, che si dispongono nel ruolo di guardie del corpo, fa ritorno nella Suo Santuario alla luce delle fiaccole dove è accolta dal fuoco scintillante del tradizionale falò.

La solenne benedizione, il grande falò, la luminaria di fuoco, allestito nello spiazzo antistante il santuario, concludono la festa della Madonna della Luce.