Buono e anche benefico soprattutto per le arterie. È il gianduia, la nocciola tonda del Piemonte, che con il suo alto contenuto di antiossidanti, polifenoli e vitamina E, rappresenta un toccasana per il cuore.

Lo rileva una ricerca italiana, diretta dal professor Francesco Violi, direttore del dipartimento di Medicina Interna del Policlinico Umberto I di Roma e pubblicata sulla rivista Internal and Emergengy Medicine.

Del cioccolato fondente si conoscono già tutte le virtù, al contrario del gianduia, di cui fino a oggi sono rimasti sconosciuti i benefici. 

“Dopo circa 2 ore dal consumo – ha detto il professor Violi – i partecipanti mostravano un aumento dell’elasticità delle arterie, mentre alcun effetto si registrava dopo la somministrazione di cioccolato al latte”.