come prevenire le malattie contratte dai bambini all'asilo

L’inizio dell’asilo può comportare anche la comparsa delle prime malattie. E’ infatti naturale che il bimbo, che passa da un ambiente controllato, una volta entrato in contatto con un nuovo spazio e con altri bambini, possa contrarre le prime infezioni. 

Si tratta di malattie per lo più virali che non debilitano il bambino ma gli permettono anzi di temprare e rafforzare il proprio sistema immunitario. Questi primi contatti infatti favoriscono la costruzione di una difesa che gli sarà utile in futuro.

Le malattie più frequenti all’asilo

Febbre, raffreddore, otite, faringite, faringotonsillite, scarlattina, gastroenterite e diarrea sono le malattie più frequenti che non richiedono terapie antibiotiche. Sono infatti patologie che richiedono solo un po’ di tempo per guarire grazie anche all’aiuto del pediatra che potrà consigliare anche rimedi naturali che accelerino il processo. Rimedi utili infatti possono essere i lavaggi nasali o una tazza di latte caldo con il miele e dello zenzero che oltre che gustosa può dare sollievo. Si aggiunga poi un’alimentazione sana di frutta e verdura e il gioco è fatto. 

Le cause sono abbastanza evidenti. Il bimbo entra in contatto con altri coetanei in un ambiente chiuso e riscaldato, favorevole alla diffusione dei virus. Bisogna considerare anche l’utilizzo in comune di giochi, che magari anche messi in bocca causano un contagio immediato di germi e batteri. 

Come prevenirle

Nonostante gli esperti sconsiglino di non allontanare i bambini dall’asilo in casi di epidemie evidenti, è possibile prevenire queste malattie. Tra i consigli quello di curare l’igiene delle mani dei più piccoli, favorire le attività all’aria aperta, allattare (laddove possibile) al seno, utilizzare immunostimolanti e proteggerli con le vaccinazioni preposte dal Servizio Sanitario Nazionale.