Il ministero dell’Economia e delle Finanze ha chiesto che nel decreto sicurezza e immigrazione approdato al Quirinale venissero apportate alcune modifiche relative alle clausole finanziarie. Si apprende dal Viminale. Le modifiche sono state richieste per la bollinatura da parte della Ragioneria generale.

Nel testo definitivo, in diversi articoli, compare infatti la dicitura: “dall’attuazione delle disposizioni…non devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica”.

Modificato anche l’articolo su stop asilo al migrante che delinque.