E’ bufera mediatica e non solo quella che si è abbattuta su Cristina Parodi dopo l’intervento alla trasmissione di Radio 2  “I Lunatici”. La conduttrice avrebbe offeso Salvini, attribuendo il suo successo “alla paura e all’ignoranza della gente” e ha aggiunto ” mi fa paura un tipo di politica basata sulla divisione, sui muri da erigere; vorrei una politica che andasse incontro ai più deboli, che aiutasse questo Paese a risollevarsi in altro modo”.

Immediata la reazione del Carroccio, che avrebbe chiesto le dimissioni della conduttrice dalla Rai.  “Con le sue offese a Matteo Salvini, la giornalista e moglie del sindaco Pd di Bergamo, Giorgio Gori, ha utilizzato il servizio pubblico radio-televisivo a proprio uso e consumo, facendo propaganda politica alla faccia del pluralismo informativo e ciò non è giustificabile. Ne chiederemo conto in Commissione di Vigilanza Rai – annunciano i parlamentari leghisti – con un’interrogazione”.

Intanto il ministro Salvini ha gettato acqua sul fuoco con l’intervento di questa mattina a Radio Radicale: “Nessuno intende cacciare la Parodi dalla tv. Stia tranquilla anche se ringrazio i parlamentari della Lega per la difesa. Cercheremo di migliorare il servizio pubblico, ma non lo faremo usando metodi che appartengono a qualcuno che ci ha preceduto”. 

 

foto:Globalist