Federer Shanghai

Dopo una settimana complicatissima, finalmente lampi di grandezza. Roger Federer, in poco più di un’ora di gioco, raggiunge la finale del torneo di casa a Basilea, ottenendo il diciannovesimo successo consecutivo sul cemento svizzero contro un avversario insidioso come Daniil Medvedev, in grandissima forma negli ultimi mesi.

Una partita a senso unico per il numero 3 del ranking ATP, che dopo aver concesso palle break nel primo game del match, ha ingranato le marce alte, salendo a un livello di tennis che il giovane russo, di certo non nella sua miglior giornata dopo aver finito alla mezzanotte di ieri il quarto di finale con Tsitsipas, non è riuscito a reggere. Sul 6-1 4-0, tuttavia, Federer ha forse leggermente staccato la spina, consentendo all’avversario di riaffacciarsi in partita, salvo poi chiudere 6-4

Domani, lo svizzero affronterà Marius Copil per il novantanovesimo titolo ATP della sua carriera, il nono a Basilea. Un avversario a sorpresa, considerando che il romeno, numero 93 del ranking, ha avuto la meglio su un Sascha Zverev poco convinto nei momenti chiave del match, incapace di reagire alla scarica di ace del suo rivale.