Entra in sinagoga e al grido “gli ebrei devono morire” fa una strage. È successo a Pittsburgh, in Pennsylvania, in un sabato mattina di shabbat, almeno 11 morti in una folle sparatoria in cui Robert Bowers, bianco 46enne, è entrato armato nella sinagoga piena di fedeli e urlando slogan antisemiti ha cominciato a sparare all’impazzata sulla folla.

Il killer, un estremista di destra, è stato catturato dalla polizia e al momento si troverebbe in ospedale ferito. Feriti anche tre poliziotti in modo non grave. A suo carico pendono 29 capi d’accusa.

Dura la condanna del presidente americano Donald Trump: “C’è odio terribile negli Stati Uniti. Per crimini come questi dovrebbe esserci la pena di morte: le leggi al riguardo dovrebbero essere rafforzate”.