In un’intervista shock al Corriere della Sera in edicola questa mattina, in vista della presentazione del suo libro “Goals. 98 storie +1 per affrontare le sfide più difficili” Gianluca Vialli racconta la sua battaglia con il tumore: “Avrei fatto volentieri a meno di parlarne, ma non era possibile. Allora ho deciso di affrontare questa fase della mia vita con coraggio e impararne qualcosa. Giravo con un maglione sotto la camicia, perché gli altri non si accorgessero di nulla e potessi sembrare il Vialli di sempre”. 

Adesso, la battaglia, dopo otto mesi di chemioterapia, è vinta, ma l’opinionista TV non abbassa la guardia: “Sto meglio, molto bene, ma non so se è finita qui. Spero che la mia storia possa essere d’ispirazione per tante persone che si trovano a un bivio cruciale della vita”.