La ginnastica facciale, cioè gli esercizi che coinvolgono i muscoli del viso, è un sistema efficace per avere un lifting naturale al viso.

Le origini della ginnastica facciale sono antichissime, risalgono allo Yoga per il viso, e adotta tecniche risalenti a tempi immemori. Oggi la ginnastica facciale viene utilizzata sia in fisioterapia e riabilitazione sia per scopi estetici, prima e dopo un intervento chirurgico.

Per i primi risultati è necessario essere costanti ed eseguire gli esercizi per 4 settimane, 3 volte a settimana o, ancora meglio, tutti i giorni. I primi effetti dovrebbero cominciare a vedersi, per poi migliorare nel corso del tempo continuando l’allenamento. La pelle del viso è più tonica e il volto è rimodellato, con un effetto anti età.

Il training giornaliero ha una durata media di circa 10 minuti.

La serie di esercizi comprende una riproduzione di vocali con le labbra e diverse posizioni, simili a smorfie, che coinvolgono gli zigomi, la fronte, le palpebre, le guance, il mento, il naso e il collo.

La parte del volto estremamente significativa sono gli occhi. Il contorno occhi, o parte perioculare, è una zona piccola ma con pelle molto delicata ed è fondamentale per la comunicazione non verbale. 

Per rivitalizzare e rassodare il contorno occhi bisogna: chiudere con energia gli occhi, premere leggermente la palpebra superiore su quella inferiore. Quando ci sarà una tensione nelle palpebre, aumentare la pressione senza aggrottare la fronte e tenere la posizione per 10 secondi. Ripetere per almeno dieci volte. Poi arcuare il più possibile le sopracciglia e rimanere fermi per circa quindici secondi e ripetere per cinque volte. Quando riaprirete gli occhi, con una crema specifica massaggiate, tirando delicatamente dalla palpebra superiore a quella inferiore e picchiettando con leggerezza la zona. Infine,  poggiate gli indici delle mani sull’area esterna degli occhi e tirate dolcemente la pelle verso le tempie. Restate in posizione per 5 secondi e ripetete per dieci volte al giorno.