Aggiornato alle: 23:02

Di Battista a ‘Che tempo che fa’: “Non mi candido alle Europee”

di Redazione

» Cronaca » Di Battista a ‘Che tempo che fa’: “Non mi candido alle Europee”

Di Battista a ‘Che tempo che fa’: “Non mi candido alle Europee”

| lunedì 21 Gennaio 2019 - 09:07
Di Battista a ‘Che tempo che fa’: “Non mi candido alle Europee”

Non mi candiderò alle Europee“, lo ha annunciato l’ex deputato del Movimento 5 Stelle Alessandro Di Battista a ‘Che tempo che fa’, programma condotto da Fabio Fazio su Rai1, aggiungendo che “non è scontato” che, dopo tale data, non ci sarà “un ribaltamento di forze” tra il Movimento 5 Stelle e la Lega di Matteo Salvini.

Di Battista difende Toninelli: “È il miglior ministro che abbiamo”

Di Battista fa un bilancio dei primi mesi del governo gialloverde, che qualche gaffe l’ha fatta, ma è pronto a difendere il ministro Danilo Toninelli, attaccato “per avere sbagliato una foto o una consecutio. Da quando ha parlato di revoca della concessione ad autostrade è stato massacrato… per me c’è la mano di Benetton. Ma deve andare avanti perché è il miglior ministro che abbiamo assieme a Luigi Di Maio.

Di Battista: “La Lega restituisca i 49 milioni”

Alessandro Di Battista non si è apertamente sbilanciato contro la Lega durante il suo colloquio con Fabio Fazio su Rai1 ma su alcuni punti è deciso. “I 49 milioni? – dice – Questi soldi appartengono a me, a lei e a tutti gli elettori della Lega che dovrebbero spingere Salvini, che non ne è responsabile, a restituire soldi che appartengono a tutta la collettività“.

Migranti, Di Battista: “Li manderei a Marsiglia”

Di Battista parla anche di migranti e della presenza delle Ong nel Mediterraneo, per la quale è necessario valutare che “non favorisca l’aumento dei gommoni che partono e i morti in mare”, dice l’ex deputato a ‘Che tempo che fa’. Si chiede poi se “I morti in mare a 30-40 km dalle coste libiche sono responsabilità italiana?”. La soluzione potrebbe essere un’altra. “Si tratta di attuare politiche affinché l’Africa abbia uno sviluppo – ha precisato Di Battista -. In questo momento io salverei queste persone e le porterei a Marsiglia“, ha aggiunto stracciando in trasmissione una banconota coloniale francese in uso nei Paesi africani. “La Francia ha sempre lasciato l’Italia da sola di fronte a queste responsabilità”.

Tav, Di Battista: “Non si farà mai”

Si parla anche di grandi opere. “Il Tav è la più grossa sciocchezza che possa fare questo Paese – dice Di Battista a Che tempo che fa -, spendere 20 miliardi di di euro quando occorrono infrastrutture che servono ai cittadini al Nord, al Centro e al Sud. Ricordo intercettazioni in cui ‘ndranghetisti parlavano di sì Tav”. “Il Tav non si farà mai“, conclude.

Video di Bonafede su Battisti, Di Battista: “Si può sbagliare”

In merito al video pubblicato dal ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, sulla cattura dell’ex terrorista Cesare Battisti, l’ex deputato del M5S dice: “È stato un errore l’ha riconosciuto anche il ministro. Si può sbagliare un video”.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it