Aggiornato alle: 08:14

Sale dell’Himalaya: è rosa perché impuro e non ha alcuna proprietà benefica

di Rosanna Pasta

» Cucina » Sale dell’Himalaya: è rosa perché impuro e non ha alcuna proprietà benefica

Sale dell’Himalaya: è rosa perché impuro e non ha alcuna proprietà benefica

| lunedì 21 Gennaio 2019 - 11:21
Sale dell’Himalaya: è rosa perché impuro e non ha alcuna proprietà benefica

In tavola si ricerca sempre più spesso l’eccellenza, prodotti di qualità e unici nel loro genere. Gli ultimi studi però hanno rivelato una notizia choc sul noto sale rosa dell’Himalaya: il colore deriva da impurità. Il sale rosa dell’Himalaya quindi non ha alcuna proprietà benefica per la salute, è impuro rispetto a quello marino e costa il doppio. Lo ha rivelato il nutrizionista Andrea Ghiselli, dirigente del Centro di Ricerca Crea-Alimenti e nutrizione.

Sale dell’Himalaya: è rosa perché impuro

“Questo sale deve la sua colorazione a delle impurità di alcuni minerali come il ferro, lo zinco, il magnesio e il calcio e soprattutto all’ossido di ferro – ha spiegato il ricercatore – sostanze che non sono presenti in quantità tali da apportare alcun beneficio”. A conti fatti il sale rosa le stesse qualità del bianco, così come gli stessi difetti a discapito della salute a causa ritenzione idrica, ipertensione e disturbi alla tiroide.

Ma le sorprese non finiscono qui. Secondo la rivista Usa Altantic, infatti, il sale rosa dell’Himalaya non viene veramente raccolto a mano come spesso scritto sulle confezioni, ma vengono utilizzati macchinari. Inoltre non arriva dal monte più alto del mondo ma dalla miniera di Kewhra a 300 km a sud.

Il sale rosa quindi non sarebbe altro che una trovata commerciale che impazza sui social. Atlantic precisa anche che le foto su Instragram con l’hashtag #pinksalt superano le 70 mila, con un indice in continua crescita. La spinta a questo fenomeno è data dall’uso che ne fanno chef e blogger, riportando poi sui social ricette e foto, per non parlare dei numerosi libri dedicati alle proprietà di questo antico sale asiatico e delle famose lampade.

La “rosa mania” a tavola, dalla Spagna il vino Unicorno

La “rosa mania” non ha riguardato soltanto il sale. Ricordiamo infatti che dalla Spagna è arrivato “Lagrimas de Unicornio“, il vino rosa – ma non rosè – un vero e proprio color pastello, dal gusto molto dolce e con una gradazione alcolica di 11,5 gradi. Quello del vino unicorno non è un semplice rosa, grazie alla presenza di particolari pigmenti minerali, questo vino si “illumina” e appare anche glitterato.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it