Aggiornato alle: 15:26

Reddito di cittadinanza, Di Maio: “Mettiamo in sicurezza i più deboli”

di Redazione

» Cronaca » Reddito di cittadinanza, Di Maio: “Mettiamo in sicurezza i più deboli”

Reddito di cittadinanza, Di Maio: “Mettiamo in sicurezza i più deboli”

| martedì 22 Gennaio 2019 - 12:51
Reddito di cittadinanza, Di Maio: “Mettiamo in sicurezza i più deboli”

“Con il reddito di cittadinanza, se mai ci sarà la recessione, io non so se andremo in recessione, noi metteremo in sicurezza le fasce più deboli, non faremo come gli altri”, ha affermato il vicepremier e ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, dal palco dell’evento M5S.

Il vicepremier ha anche chiesto agli eletti del Movimento di “spiegare agli italiani come accedere agli strumenti varati e non andare in giro a dire cosa abbiamo fatto” e per non discriminare nessuno “la card per il reddito sarà una normale Poste pay ma non potrà essere spesa nel gioco d’azzardo”, ha annunciato Di Maio.

Pensione e quota 100, Di Maio: “Ne siamo orgogliosi”

Il Movimento 5 Stelle è soddisfatto dei risultati raggiunti. “Avevamo promesso la pensione di cittadinanza, e anche i pensionati entreranno in questo programma. Ovviamente per queste persone non varrà la parte di politiche attive del lavoro, ma i principi di accesso sono gli stessi che per il reddito. La pensione di cittadinanza interesserà 500mila nonni italiani a cui miglioreremo un po’ la qualità della vita”, ha detto Luigi Di Maio.

E ancora: “Quota 100 è uno strumento di cui andiamo orgogliosi: ha ricevuto tantissime critiche ma potranno andare in pensione fino a 620mila persone. Non sappiamo quanti aderiranno ma saranno sicuramente di più di quelli dell’anno scorso. Sarà occasione non solo di turn over per i giovani ma anche di cambiare la P.a”.

Il ministro punta alla rinascita del lavoro. “Si è detto, anche un po’ per denigrare, che il reddito era uno strumento per stare sul divano. Noi crediamo sia uno strumento di politica attiva del lavoro. Ma la platea a cui viene diretto è fatta di persone perbene, che proprio perché sono rimaste perbene, sono rimaste in difficoltà”. In merito alle proposte lavorative che verranno fatte, Di Maio precisa: “E va da sé che conviene accettare la prima offerta, entro 100 chilometri”, sottolineando che nei primi 12 mesi, “arriverà in ogni caso una prima offerta entro 250 km”.

Lavoro, Mimmo Parisi a capo dell’Agenzia nazionale per le politiche attive

Mimmo Parisi sarà il capo dell’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro: ha accettato di tornare in Italia e darci una mano”, ha annunciato Di Maio invitando sul palco il professore che ha inventato la figura del “navigator” per favorire la ricerca del lavoro. “L’ho conosciuto qualche mese fa alla Camera e mi ha raccontato quello che sta facendo da professore in Mississippi”.

“La settimana prossima firmiamo il decreto ministeriale che permetterà alle imprese di abbassare il costo del lavoro riducendo del 30% i premi Inail“. Lo annuncia il vicepremier Luigi Di Maio all’evento M5s sul reddito di cittadinanza. “E poi c’è un miliardo di euro per le start up innovative: nascerà il Fondo start up innovazione per tutti i giovani che vanno all’estero”, aggiunge.S

Allo spazio evento di via Palermo a Roma davanti ad un palco dalla scenografia giallo-blu numerosi ministri, da Danilo Toninelli a Alfonso Bonafede, al premier Giuseppe Conte e Davide Casaleggio. Beppe Grillo, assente per motivi personali, si collegherà via Skype. Presenti, inoltre i parlamentari M5S e la capogruppo nella Regione Lazio Roberta Lombardi e Alessandro Di Battista.

Nessuno ci credeva. E invece finalmente ce l’abbiamo fatta: abbiamo ottenuto reddito e quota 100“. Così il ministro Danilo Toninelli, arrivando alla convention dei 5Stelle.

Foto da Twitter.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it