Aggiornato alle: 12:46

Gran Bretagna, 19enne fugge in Siria per unirsi all’Isis: ora chiede di tornare

di Redazione

» Cronaca » Gran Bretagna, 19enne fugge in Siria per unirsi all’Isis: ora chiede di tornare

Gran Bretagna, 19enne fugge in Siria per unirsi all’Isis: ora chiede di tornare

| giovedì 14 Febbraio 2019 - 12:57
Gran Bretagna, 19enne fugge in Siria per unirsi all’Isis: ora chiede di tornare

Shamina Begum, una ragazzo britannica di 19 anni fuggita da Londra per unirsi all’Isis nel 2015, ha affermato di voler tornare in patria, precisando che non si pente di quanto ha fatto. Lo ha raccontato lei stessa al Times.

La giovane, al nono mese di gravidanza, è stata trovata in un campo rifugiati di al Hol, in Siria, e vuole tornare in Gran Bretagna per partorire il terzo figlio, dopo che i primi due sono morti per malattia e malnutrizione. “Io non mi pento di essere venuta qui“, ha detto.

Gran Bretagna, 19enne fugge in Siria per unirsi all’Isis: ora chiede di tornare

Shamina era fuggita in Siria nel febbraio 2015 insieme a Kadiza Sultana, allora 16enne, e Amira Abase, di 15 anni. Delle due giovani partite con lei non si hanno notizie. “So quello che tutti” nel Regno Unito “pensano di me”, ha confidato al Times, “visto che ho letto tutto ciò che è stato scritto su di me online. Ma voglio solo tornare per il mio bambino. Farò tutto il necessario per poter rientrare e vivere tranquillamente con il mio bambino”.

La ragazza ha assicurato di aver vissuto una vita “normale” a Raqqa, capitale autoproclamata dell’Isis, dove si è sposata con un combattente olandese dell’Isis. Shamina Begum è riuscita a fuggire dai combattimenti a Baghouz, alla frontiera irachena. “Temevo che il mio bambino, che stava per nascere, morisse come gli altri due se fosse rimasto. Sono dunque fuggita dal califfato. Tutto ciò che ora voglio è rientrare in Gran Bretagna”.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820