Aggiornato alle: 18:27

Autismo, piazze e monumenti si colorano di blu: gli eventi in Italia

di Gaia Di Giorgio

» Cronaca » Autismo, piazze e monumenti si colorano di blu: gli eventi in Italia

Autismo, piazze e monumenti si colorano di blu: gli eventi in Italia

| lunedì 01 Aprile 2019 - 15:28
Autismo, piazze e monumenti si colorano di blu: gli eventi in Italia

Anche quest’anno si celebra il 2 aprile la Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo, giunta alla sua 12esima edizione. Alcuni dei monumenti più importanti del mondo, come l’Empire State Building di New York e il Cristo Redentore di Rio de Janeiro, si tingeranno di blu, il colore scelto dall’ONU per l’autismo.

Gli eventi in Italia

Anche l’Italia partecipa con un ricco calendario gdi eventi: da Nord a Sud si dipingerà di blu con tavole rotonde, mostre d’arte, proiezioni e giornate di studio. “Un taglio per l’autismo”è la campagna nazionale lanciata dal testimonial Gianmarco Tamberi, “il miglior esponente del salto in alto italiano”, che propone a “tutti i cittadini di tagliarsi la barba a metà per rappresentare il disagio di coloro che stanno a metà tra la faccia pulita e la faccia sporcata dall’indifferenza altrui”.

Al Sud, la Sicilia si è mobilitata per tutto il mese di marzo. Già da domenica 31, i pittori palermitani hanno popolato via Ruggero Settimo per dipingere il disturbo del neurosviluppo. Intanto a Mondello si è svolta la II edizione delle due ruote per l’Autismo, e martedì 2 aprile invece, a partire dalle 21 presso il Teatro Politeama “tanti ragazzi saliranno sul palco, sfidando l’autismo con coraggio, raccontando di obbiettivi raggiunti e da raggiungere”, hanno dichiarato gli organizzatori. Sempre il 2 aprile è in programma una manifestazione sportiva e il convegno ‘Insieme… per l’autismo’, che si svolgerà nell’Auditorium di Partanna dalle 15 alle 19. Prenderanno la parola Magda Di Renzo, responsabile del servizio terapie dell’Istituto di Ortofonologia (IdO) di Roma; Giovanni Corsello, past president della Società italiana di Pediatria (Sip); e l’onorevole Gucciardi Baldassare, già assessore alla Salute regione siciliana.

In Campania nel weekend ha preso il via l’iniziativa nazionale ‘Abbracciata collettiva’, che coinvolge tantissime città tra cui Roma, Milano e Torino. Organizzato da Tma (Terapia Multisistemica in Acqua), l’evento è una maratona natatoria di 30 ore in cui i metri percorsi rappresentano “il tentativo di avvicinarsi alle problematiche dei bambini con autismo”.

Lunedì 1 poi, la Asl Napoli 1 organizza presso il cinema ‘American Hall’, la proiezione de ‘La Città Adattabile’, docu-film che “mostra i momenti di vita dei ragazzi autistici” del Vomero e dell’Arenella. Martedì 2 aprile c’è l’Open Day dei Nuclei Operativi Neuropsichiatria Infantile e, in piazza Dante, dalle 11 alle 13 saranno allestiti cinque stand di informazione e sensibilizzazione sul tema.

Tanti gli eventi su Roma e Lazio, a partire da Viterbo che nel weekend ha inaugurato la seconda edizione dell’ As Film Festival: “Il primo festival cinematografico al mondo, realizzato con la partecipazione attiva di persone che si riconoscono nella condizione autistica”. Lunedì 1 aprile la cooperativa agricola sociale ‘Casa delle autonomie’ promuove, dalle 17.30, un evento sul tema “l’inclusione lavorativa e sociale di persone con autismo”. A Nettuno è il turno di un concorso pittorico-grafico. Presso il centro ippico SS Lazio Villa Glori invece, ‘L’emozione non ha voce’ onlus organizza diverse attività motorie, di giardinaggio, equitazione e incontri con i genitori a partire dalle 10. Colmissima la Giornata di studi del 6 aprile a Roma, dal titolo ‘Plasmare la complessità, autismo tra mente e corpo’. L’appuntamento, organizzato dall’IdO con l’Università la Sapienza di Roma e l’Osservatorio italiano studio e monitoraggio autismo (Oisma), si svolgerà dalle 8.30 alle 16.30 nell’Aula Gerin de La Sapienza.

Al Nord, Milano e provincia ospitano dal 24 marzo al 7 aprile la mostra ‘La fortuna del fortunale’ a Segrate, con pitture, sculture e fotografie ad opera di 10 ragazzi autistici. Venerdì 29 invece, è stato il turno di ‘Mai più soli! Per mano oltre il labirinto dell’autismo’, incontro che ha visto tra i partecipanti il sindaco di Milano, Beppe Sala e il cantante Elio. Il 2 si attende il convegno ‘Insieme per spiegare le ali’, organizzato dalla Regione Lombardia assieme al comitato Uniti per l’Autismo. Il 24 marzo si è svolta a Torino la partita di basket insieme alle famiglie di ragazzi autistici, organizzata da Lega Basket, Fiat Torino e Germani Basket Brescia, che con il PalaVela ha anticipato il Blue Day. L’evento ha voluto porre l’accento sull’importanza dell’attività sportiva per i bambini con disturbi del neurosviluppo.

Che cos’è l’autismo

L’autismo è una condizione di disordine neuropsichico che coinvolge molteplici aspetti dello sviluppo emotivo, sociale e intellettivo. Il soggetto autistico ha comportamenti ripetitivi e maniacali, difetta di capacità empatica, tende all’isolamento, manifesta ritardi nell’apprendimento. Prova sentimenti ed emozioni come tutti, ma non riesce ad esprimerli, a riconoscerli negli altri e a comunicarli.

Piuttosto che parlare di autismo in generale, si preferisce utilizzare la definizione di Disturbi dello Spettro Autistico (ASD), che accorpa tutta una serie di eterogenei disordini neuropsichici con sintomatologie molto diverse tra di loro e di livelli di gravità differenti, tuttavia riconducibili allo stesso “ceppo” (sindrome di Asperger, sindrome di Heller, disturbo pervasivo dello sviluppo).

Come si manifesta

Chi ne è affetto presenta problemi di interazioni sociali, problemi di comunicazione (verbale e non) e comportamenti ripetitivi. Possono essere inoltre presenti disabilità intellettiva e alterazioni della coordinazione motoria. I problemi compaiono già nella prima infanzia, cioè intorno al 2°-3° anno di vita e persistono per tutta la vita. Non esistono cure definitive, ma sono disponibili trattamenti che possono essere d’aiuto.

Le stime

Negli Stati Uniti, secondo le stime, un bambino su 68 soffre di sindrome dello spettro autistico, un dato cresciuto di 10 volte negli ultimi 40 anni. Questa condizione si manifesta entro il terzo anno di età. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, a livello globale, invece, ha un disturbo dello spettro autistico 1 bambino su 160, mentre in Italia, in base agli ultimi studi, l’autismo colpisce 1 bambino su 100, coinvolgendo oltre 500mila famiglie.

Le cause e i fattori di rischio

Le cause che concorrono allo sviluppo dei disordini dello spettro autistico non sono del tutto chiare, ma gli specialisti sono abbastanza concordi nel ritenere che all’origine ci sia una combinazione di cause genetiche e ambientali. Quanto ai fattori di rischio i bambini sono più vulnerabili ai disordini dello spettro autistico rispetto alle bambine. Aumentano i rischi per i bimbi che nascano in famiglie in cui si siano manifestati casi di malattie psichiche come schizofrenia o disturbo bipolare della personalità. Ad incidere è poi l’età dei genitori, e in particolare – per quanto riguarda l’autismo – del padre. Più è anziano, maggiori sono i rischi. I bimbi che nascano molto prematuramente rispetto al termine naturale della gravidanza sono più a rischio di sviluppare disturbi dello spettro autistico rispetto agli altri.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it