Aggiornato alle: 14:38

Masterchef, Valeria Raciti di Catania vince l’ottava edizione

di Redazione

» Intrattenimento » Masterchef, Valeria Raciti di Catania vince l’ottava edizione

Masterchef, Valeria Raciti di Catania vince l’ottava edizione

| venerdì 05 Aprile 2019 - 07:23
Masterchef, Valeria Raciti di Catania vince l’ottava edizione

Valeria Raciti, di Aci Sant’Antonio (Catania), è la nuova vincitrice dell’ottava edizione di Masterchef Italia. La siciliana ha sbaragliato la concorrenza di altre tre persone persone: Alessandro, Gilberto e Gloria. La vincitrice si è aggiudicata 100.000 euro in gettoni d’oro e la possibilità di pubblicare il primo libro di ricette, edito da Baldini&Castoldi.

Tanta Sicilia nei piatti di Valeria che ha convinto i giudici con un menu degustazione completo composto da entrée, antipasto, primo, secondo e dessert. I quattro giudici Bruno Barbieri, Joe Bastianich, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli non hanno avuto dubbi. Non li ha avuti nemmeno lo chef pluristellato Heinz Beck, ospite e protagonista dell’Invention Test.

Valeria Raciti è la nuova vincitrice di Masterchef Italia

“Voglio dire quanto i meccanismi della gara e le persone che mi hanno accompagnata in questo percorso abbiano fatto la differenza e abbiano invertito la rotta della mia vita”. Valeria, ex segretaria amministrativa, ha lasciato il suo lavoro per inseguire il suo sogno: diventare una chef.

Il percorso gourmet di Valeria, chiamato C’era una volta, prevedeva la rivisitazione di una bruschetta, con pane di Altamura e sferificazione di pomodoro. “Un piatto se vogliamo simbolico della mia passione per la cucina – rivela la vincitrice – perché da ragazza non amavo affatto l’odore pungente e acre del pomodoro crudo, ma adoravo letteralmente il profumo che sprigionava una volta messo a cuocere”. “Proprio questo ricordo – dice Valeria – ha ispirato la prima portata del mio menu”.

Il menù degustazione

Valeria poi procede con un cannolo di alici marinate, ripieno di battuto di melanzane, aria di prezzemolo, mandorle tostate, salicornia e uova di trota. Tocca poi al secondo: spaghetti ai ricci di mare spuma al cocco e alghe. Infine la sorpresa con l’annuncio di due secondi: Gli opposti a volte si attraggono (stracotto con radici germogli e bisque) e il Piccione al tè Oolong Phoenix, con patate in acqua di barbabietola.

Tutto siciliano il dessert chiamato Lieto fine: gelato alla ricotta su terra ai pistacchi, spugna agli agrumi e coulis di lamponi. “Spero che il mio percorso possa essere d’esempio a chi come me convive con le insicurezze e non si sente all’altezza – commenta Valeria – Dobbiamo imparare a volerci bene di più, a dare a noi stessi la giusta considerazione e una generosa dose di fiducia. Ognuno di noi può fare qualsiasi cosa, i primi ostacoli spesso siamo noi stessi, che ci poniamo limiti che non esistono. Forse perché ce lo fanno credere gli altri, forse perché a volte è più comodo così, ma volare è veramente bellissimo”.

Come nelle scorse stagioni, il programma ha donato la gran parte degli alimenti non impiegati per le prove all’Opera Cardinal Ferrari Onlus di Milano. Anche quest’anno Masterchef Italia si è affidata a Last Minute Market, la società spin-off dell’Università di Bologna impegnata sul fronte della riduzione degli sprechi e della prevenzione dei rifiuti.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it