Il Dna delle arachidi contro i parassiti: migliore qualità dell’olio

di Redazione

» Salute » Il Dna delle arachidi contro i parassiti: migliore qualità dell’olio

Il Dna delle arachidi contro i parassiti: migliore qualità dell’olio

| domenica 05 Maggio 2019 - 14:31
Il Dna delle arachidi contro i parassiti: migliore qualità dell’olio

Il DNA delle arachidi è in grado di proteggere la pianta dall’attacco dei parassiti e alla siccità. Il risultato, pubblicato sulla rivista Nature Genetics, è nato dalla collaborazione fra l’Agricultural Research Service americano e l’Università della Georgia.

Migliore qualità dell’olio e resistenza alle malattie

Ottenere la mappa del genoma delle noccioline è un obiettivo inseguito da tempo in tutto il mondo e la scommessa è capire a fondo i meccanismi molecolari e cellulari che aiutano la pianta a crescere e svilupparsi: un passo fondamentale per migliorare la qualità dell’olio e la resistenza alle malattie.

La coltivazione

L’arachide coltivata (Arachis hypogaea) è ricca di proteine, vitamine e altri nutrienti. La storia della sua coltivazione è molto antica e risale a diverse migliaia di anni fa in Sud America, dove il Dna di due suoi antenati selvatici, chiamati A. duranensis e A. ipaensis, si è combinato. Il risultato di questo raro mix genetico sono state le moderne noccioline , il cui genoma è grande quasi quanto quello umano.

L’analisi genetica, coordinata da David Bertioli, dell’Università della Georgia, ha permesso di risalire anche alla provenienza geografica delle piante e di ricostruirne la storia. E’ emerso così che l’A. duranensis è originaria dell’Argentina del Nord e che gli antichi coltivatori, migrati dalla Bolivia, avevano portato con sé l’altra specie selvatica (A. ipaensis), che poi hanno unito con la prima.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820