Terrapiattisti, la realtà attraverso i loro occhi

di Paola Chirico

» Intrattenimento » Terrapiattisti, la realtà attraverso i loro occhi

Terrapiattisti, la realtà attraverso i loro occhi

| sabato 11 Maggio 2019 - 18:52

“Tutti siamo stati ingannati fin dal primo momento”. È questo il motto dei Terrapiattisti, che si riuniranno domenica 12 maggio a Palermo per il loro congresso nazionale. Basta soltanto pagare 20 euro per passare un’intera giornata in loro compagnia e cambiare prospettiva. Oggi, 11 maggio, si è tenuta la conferenza stampa e, per fortuna, non ce la siamo persa.

Dopo i primi scontri con i giornalisti, i relatori Agostino Favari, Albino Galuppini e Calogero Greco – i primi due ex “attivisti” 5Stelle – hanno esposto la loro verità sulla nostra realtà. “La terra è piatta e il Polo Nord è il centro”. “Il sole è vicino ed è piccolo e non è rovente, sta a soli 60.000 Km da noi”. “Il complotto della terra curva è ordito da un movimento massonico che vuole negare l’esistenza di Dio, perseguendo le parole del Diavolo con raduni satanici”. “Gli astronauti? Attori”. “La circumnavigazione della terra? Non esiste”. “La forza di gravità non esiste: gravis, dal latino, vuol dire peso e non attrazione”. “La prova che la terra è piatta sta in una bottiglia piena: basta metterla in orizzontale per accorgersi che l’acqua non curva”.

Tutte le affermazioni che sono state fatte però hanno una base (forse) empirica. Noi da soli possiamo renderci conto della grande Verità, basta guardare con i nostri stessi occhi per capire che la Terra è piatta.”Guardate l’orizzonte: è sempre piatto. Ma soprattutto sta sempre a metà della pupilla, anche quando siamo in volo”.

Le prove a favore della teoria sono tre e le spiega Favari: “La prova di curvatura, e domani lo dimostrerò è il fatto che sia vietato andare in Antartide: Loro hanno qualcosa da nascondere. Ma c’è di più: esiste anche il divieto di fare osservazioni dall’alto: ci diano la possibilità di salire in volo in verticale. Nessuno può decollare senza un’autorizzazione della torre di controllo”. I terrapiattisti lanciano il loro appello: “Fateci fare i nostri esperimenti, dateci i permessi”.

Il sistema però ha anche una falla, alla domanda: “Ottenuti i permessi se doveste scoprere che la Terra è veramente curva cosa fareste?” La risposta è confusa e “isterica”: “Non è possibile. Anzi è impossibile. La Terra è piatta, ne abbiamo le prove inconfutabili”.

Ma questo complotto a chi porta vantaggio? “Ai padroni del mondo – affermano contemporaneamente i relatori – Da un punto di vista esoterico è la negazione di Dio, una forma di controllo con un grande cospirazione con alla base maghi e streghe“.

A quanto pare però bisogna stare attenti!  Tra i terrapiattisti ci sono degli impostori. Lo afferma Galuppini, che visibilmente alterato risponde così ad una domanda in riferimento a documentario presente sulla piattaforma streaming, Netflix: “La Terra è Piatta“.

L’annunciata presenza di Grillo è stata smentita.

Ma chi sono alla resa dei conti i terrapiattisti? È gente dal pensiero “deviato” o semplicemente persone il cui unico desiderio è appartenere ad una comunità che li accetti con tutti i loro difetti e problematiche? In un mondo così individualista esiste un po’ di spazio per chi resta fuori dal sistema?

 

Immagini di Marcella Chirchio

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820