Aggiornato alle: 19:15

Festival di Cannes, con il red carpet si apre ufficialmente la 72° edizione

di Redazione

» Intrattenimento » Cinema » Festival di Cannes, con il red carpet si apre ufficialmente la 72° edizione

Festival di Cannes, con il red carpet si apre ufficialmente la 72° edizione

| mercoledì 15 Maggio 2019 - 12:29
Festival di Cannes, con il red carpet si apre ufficialmente la 72° edizione

Con il tradizionale red carpet si apre ufficialmente la 72° edizione del Festival di Cannes. L’evento è in programma fino al 25 maggio.

Sul palcoscenico del Grand Théâtre Lumière al Palais des Festivals, il maestro di cerimonie, attore e regista Edouard Baer ha dato il benvenuto alla giuria del concorso. Quest’anno il tavolo dei giudici vede la presidenza di Alejandro González Iñárritu. Accanto a lui Enki Bilal, Maimouna N’Diaye, Yorgos Lanthimos, Kelly Reichardt, Robin Campillo, Pawel Pawlikowski, Elle Fanning e Rohrwacher.

Quattro uomini e quattro donne (due attrici, due registe) capitanati dal regista messicano per assegnare la Palma d’Oro e gli altri riconoscimenti di questa edizione del Festival. Con Charlotte Gainsbourg e Javier Bardem a fare gli onori di casa.

Al via il Festival di Cannes con “i morti”

Il Festival parte con la première mondiale di ‘The Dead Don’t Die‘, lo zombie movie di Jim Jarmusch. La distribuzione in Italia partirà dal 13 giugno.  Il film d’apertura, primo a competere per la Palma d’oro, racconta come, in una tranquilla cittadina di provincia, la polizia locale e alcuni civili si ritrovino ad affrontare un’improvvisa apocalisse zombie.

Gli zombie in scena nel film d’apertura “I morti non muoiono” di Jim Jarmusch non sono troppo diversi dai vivi. Appena risorti hanno le stesse passioni di sempre: smartphone di ultima generazione, Xanax contro gli attacchi di panico e Chardonnay da bere.

La commedia horror d’autore vanta un cast stellare: Bill Murray, Adam Driver, Tilda Swinton, Chloe Sevigny, Steve Buscemi, Danny Glover, Caleb Landry Jones, Rosie Perez, Iggy Pop, Selena Gomez, RZA e Tom Waits. Ci troviamo nella tranquilla cittadina di Centerville, nella profonda provincia americana: un posto di polizia, qualche casa, un ferramenta e poco altro. Ma c’è qualcosa di strano nell’aria. E gli animali cominciano ad avere strani comportamenti: spariscono o sono aggressivi.

Il disincantato capo della polizia Cliff Robertson (Murray) e il suo vice, Ronnie Peterson (Driver), si recano nei boschi per chiedere all’eremita Bob (Tom Waits) informazioni sulla scomparsa di alcuni animali della fattoria appartenenti al sovranista Farmer Miller (Steve Buscemi). Tutto inizia così. Fino a quando i morti escono dalle loro tombe e attaccano selvaggiamente i vivi per nutrirsi. Per Jim Jarmusch l’incontro con l’horror non è nuovo: già nel 2013 aveva messo mano a un precedente vampiresco dal titolo “Solo gli amanti sopravvivono”. La pellicola arriverà nei cinema italiani dal 13 giugno.

La querelle su Netflix

Il presidente di giuria ha incontrato la stampa poco prima del red carpet inaugurale del festival francese. Iñárritu, quindi, non si è sottratto all’ormai abituale querelle su Netflix, anche quest’anno assente al Festival.

“Bisogna ragionare sul senso della visione. Guardare un film e vedere un film sono due cose diverse. Non ho niente contro chi sceglie di vedere un film su uno smartphone, ma il cinema nasce come esperienza collettiva e credo che solamente come tale abbia veramente senso” ha detto il regista

“Però – ha aggiunto Iñárritu – dobbiamo anche pensare a quanti dei film che vedremo in questi giorni al Festival arriveranno mai in sala. Credo pochi, in Messico ad esempio pochissimi. E Netflix, da questo punto di vista, sta svolgendo un grande lavoro nella diffusione di opere che altrimenti vedrebbero in pochissimi”.

Foto da instagram.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it