Aggiornato alle: 01:26

Perdere fino a 1 Kg al giorno con la dieta dell’acqua

di Rosanna Pasta

» Salute » Perdere fino a 1 Kg al giorno con la dieta dell’acqua

Perdere fino a 1 Kg al giorno con la dieta dell’acqua

| venerdì 09 Agosto 2019 - 12:08
Perdere fino a 1 Kg al giorno con la dieta dell’acqua

Perdere fino a 1 Kg al giorno si può? Secondo il dietista e idrologo, Nicola Sorrentino, sì. Basta seguire la “dieta dell’acqua“, da lui diffusa nel libro “Acqua da mangiare”.

Questo tipo di alimentazione si basa sul potere disintossicante e drenante dell’acqua per perdere fino a 1 Kg al giorno. Sembrerebbe la dieta ideale per perdere velocemente i chili in eccesso, in vista di un’occasione o della tanto temuta prova costume. Vediamo adesso quali sono i suoi principi, i pro e i contro della dieta dell’acqua.

Perdere fino a 1 Kg al giorno con la dieta dell’acqua

L’acqua è un bene fondamentale per qualsiasi essere vivente. Nessun uomo, animale o pianta potrebbe sopravvivere senza. Inoltre questo liquido contiene una notevole quantità di sali minerali, apporta benefici ai muscoli, alle ossa e alla mente.

La dieta dell’acqua tratta appunto l’acqua come se fosse un super food, capace di farci perdere addirittura un Kg al giorno.

Solitamente, quando si adotta un regime alimentare adatto a perdere peso, la raccomandazione è che si perda un Kg circa ogni 8-10 giorni. La dieta dell’acqua promette 1 Kg al giorno e forse questo è un po’ troppo.

La dieta dell’acqua si basa sul potere disintossicante, detox (ovvero elimina-tossine) e drenante dell’acqua. Sorrentino sostiene che, per ottenere il massimo da questo elemento, bisogna almeno reintegrare – in tutto l’arco della giornata – fluidi e sali persi, cioè circa 800 ml al giorno. Da qui la regola degli otto bicchieri al giorno.

La regola degli 8 bicchieri

Niente di più facile che bere un bicchiere d’acqua. Anche qui, però, bisogna seguire delle regole come quella degli 8 bicchieri al giorno.

Secondo Sorrentino, nell’arco della giornata, è bene bere fino a 8 bicchieri di acqua distribuiti equamente tra i pasti. In questo modo si favorisce il senso si sazietà, si rende più fluido il cibo ingerito e si agevola la metabolizzazione. L’idrologo, infatti, parla anche di acqua come acceleratore metabolico.

Ecco le regole per una idratazione correttamente distribuita durante la giornata:

  • colazione: 2 bicchieri d’acqua mezz’ora prima di colazione;
  • spuntino e merenda: 1 bicchiere d’acqua prima dello spuntino o merenda;
  • pranzo: 2 bicchieri d’acqua prima di pranzo
  • cena: 2 bicchieri d’acqua prima di cena

La piramide dell’idratazione

Quando di parla di dieta, automaticamente si include anche la piramide alimentare. Se la dieta è basata sull’acqua, allora si parla di piramide dell’idratazione, dove troneggia – ovviamente – l’acqua.

Al secondo troviamo tè, infusi, tisane, orzo e caffè decaffeinato; al terzo latte di origine animale o vegetale non zuccherato; al quarto ci sono i succhi non 100% frutta e la birra analcolica; al quinto il caffè espresso; al sesto gli sport drink, da bere solo in caso di attività fisica intensa; al settimo e ultimo livello ci sono soft drink, bibite analcoliche (zuccherate o meno), energy drink, da bere solo occasionalmente.

Cosa mangiare

Per perdere peso si deve regolare l’alimentazione. Ci sono diete che promettono di dimagrire mangiando ma il più delle volte sono restrittive. La dieta dell’acqua, attorno agli 8 bicchieri, propone un regime alimentare molto ipocalorico.

Ecco cosa mangiare secondo Sorrentino:

  • carboidrati, come 1 panino da 50 g a pranzo;
  • legumi e proteine magre, come 100 g di tonno naturale;
  • ortaggi meglio se crudi e di stagione;
  • frutta come spuntino o merenda, o frutta secca;
  • quasi niente sale, quasi niente zucchero

Un pensiero anche a chi segue un’alimentazione vegana: questi di norma ingeriscono tramite il cibo molta acqua, il che li fa sentire meno disidratati.

Va bene che l’acqua apporta tanti benefici al nostro corpo e, se bevuta al momento giusto, dona un senso di sazietà, ma questa dieta è davvero molto restrittiva.

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it