Aggiornato alle: 07:56

Furto dati sensibili alla pubblica amministrazione, un arresto

di Redazione

» Cronaca » Furto dati sensibili alla pubblica amministrazione, un arresto

Furto dati sensibili alla pubblica amministrazione, un arresto

| venerdì 22 Novembre 2019 - 10:45
Furto dati sensibili alla pubblica amministrazione, un arresto
Operazione della Polizia, sotto la direzione della Procura di Roma, nell’ambito del cybercrime. Le indagini riguardano il furto di centinaia di credenziali di accesso a dati sensibili, migliaia di informazioni private contenute in archivi informatici della pubblica amministrazione, relativi a posizioni anagrafiche, contributive, di previdenza sociale e dati amministrativi appartenenti a centinaia di cittadini e imprese del nostro Paese.
Arrestato R.G., italiano di 66 anni originario della provincia di Torino, residente a Sanremo con un know how informatico di altissimo livello.

Furto dati sensibili alla pubblica amministrazione, un arresto

Le indagini lo indicano come il principale responsabile di ripetuti attacchi ai sistemi informatici di numerose Amministrazioni centrali e periferiche italiane, attraverso i quali sarebbe riuscito ad intercettare illecitamente centinaia di credenziali di autenticazione (userID e password).
Attaccando i sistemi informatici di alcuni Comuni italiani, è riuscito ad introdursi in banche dati di rilievo istituzionale, appartenenti ad Agenzia delle Entrate, INPS, ACI ed Infocamere, è riuscito a recuperare preziosi dati personali di ignari cittadini ed imprese italiane. Denunciati 6 complici, tutti impiegati all’interno di note agenzie investigative e di recupero crediti operanti in varie città d’Italia.
(ITALPRESS).
Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820