Natale in salute, 10 consigli per non correre rischi

di Rosanna Pasta

» Salute » Natale in salute, 10 consigli per non correre rischi

Natale in salute, 10 consigli per non correre rischi

| mercoledì 04 Dicembre 2019 - 20:02
Natale in salute, 10 consigli per non correre rischi

Natale è ormai alle porte e tutti ci prepariamo a viverlo al meglio. Le Feste di dicembre sono sinonimo di gioa, serenità e felicità ma spesso anche di stress e stanchezza. Per evitare che il Natale diventi un rischio, ecco alcuni consigli per trascorrerlo in assoluta salute e in sicurezza.

Natale in salute, 10 consigli per non correre rischi

Durante il periodo delle feste di Natale e Capodanno,infatti, aumentano alcune tipologie di traumi e intossicazioni dovute spesso a disattenzione e, in alcuni casi, alla mancanza di informazione.

Basta prestare attenzione a dieci piccoli particolari per trascorrere il Natale in salute e sicurezza.

Piante di Natale

Durante il periodo natalizio si tende ad addobbare la casa anche con piante che richiamino le Feste. Spesso, infatti, non mancano vischio, agrifoglio, pungitopo e simili. Fate attenzione se avete bambini a casa. I più piccoli generalmente sono attratti dalle bacche rosse e c’è il rischio che le ingeriscano.

Nastri e decorazioni

Anche di fronte a nastri e decorazioni, bisogna fare attenzione ai bambini. Spesso i piccoli amano giocare con nastri dei regali o con decorazioni natalizie mettendoli addossi come fossero collane. Il questo modo aumenta il rischio che con una disattenzione possano strozzarsi o soffocare.

Occhio anche alle decorazioni sull’albero. Vecchie palline di vetro o stelle con le punte potrebbero causare traumi a mani e occhi in caso di rottura accidentale. Meglio posizionare gli oggetti più fragili lontano dalla portata dei bambini per evitare che possano farle cadere e ferirsi.

In cucina

Natale e Capodanno sono le Feste per eccellenza in cui si trascorre tanto tempo a tavola con la famiglia e gli amici. In queste occasioni, è tradizione preparare nella cucina di casa succulenti pranzi e deliziosi cenoni.

Attenzione agli utensili da cucina. Alcuni strumenti, come coltelli appuntiti, potrebbero causare danni. Non dimenticate anche di prestare attenzione al calore dell’acqua bollente e del forno acceso, per evitare scottature.

Prodotti casalinghi a tavola

Durante le Feste di Natale spesso si portano a tavola prodotti casalinghi. È motivo d’orgoglio poter fare assaggiare ai nostri commensali alimenti sott’aceto e sott’olio, passate di pomodoro, conserve di verdure e salse che abbiamo preparato noi durante l’anno.

Attenzione però, perché spesso questi prodotti possono causare intossicazioni alimentari. I sintomi sono di tipo gastrointestinale come nausea, vomito e diarrea. Generalmente i più colpiti sono bambini e anziani.

Controllate dunque per bene i barattoli prima di servirne il contenuto. Se notate la presenza di muffe o di odori che non vi convincono, meglio non rischiare.

Gli effetti dell’alcol

Le occasioni per un brindisi non mancano mai, soprattutto durante le Feste di Natale. I lunghi pasti, poi, si prestano a spaziare dall’aperitivo all’ammazzacaffè, passando per vino e bollicine.

Cercate di non mischiare troppi alcolici, soprattutto se poi dovete mettervi alla guida. Se avete bevuto tanto, anche se vi sentite sobri, evitate di guidare.

Le abbuffate di cibo, unite agli effetti dell’alcol, infatti, causano sonnolenza. Inoltre, nelle città in cui le strade potrebbero essere coperte di ghiaccio, i rischi di incidenti aumentano notevolmente.

Alberi di Natale e decorazioni in alto

Non è Festa senza albero di Natale. Meglio ancora se, spazio permettendo, è grande e grosso. Spesso per decorarlo servono scale o, nel peggiore dei casi, una sedia. Quando poniamo decorazioni natalizie in alto, sarebbe opportuno accertarci della presenza di altre persone insieme a noi.

Se si dovesse cadere, infatti, l’istinto sarebbe quello di aggrapparsi all’albero con la conseguenza che questo rovinerebbe addosso a noi. Insieme a luci, palline e quant’altro. Il rischio di ferite e lesioni sarebbe davvero alto.

Candele e fuochi

Non c’è niente di più romantico e rilassante della luce di una candela. Che Natale sarebbe, poi, senza il caldo fuoco di un caminetto?

Le tavole di Natale, inoltre, sono spesso decorate con centrotavola fatti di candele. Bisogna prestare molta attenzione alle scottature, soprattutto se tra i commensali ci sono bambini. Nei caminetti, meglio utilizzare dei parascintille come protezione.

Manutenzione delle luci di Natale

Le luci di Natale sono un must in molte case. Spesso si riutilizzano le stesse luci per tanti anni, vuoi per un legame affettivo, vuoi per questioni di risparmio e semplice negligenza.

Il più delle volte, infatti, non si applica alcun controllo sulla sicurezza degli attacchi e delle prese elettriche. Questo aumenta il rischio di cortocircuiti e incendi che possono divampare in casa, soprattutto alla presenza di materiali altamente infiammabili come lo stesso albero di Natale.

Congestione

Con le grandi abbuffate e gli sbalzi di temperatura, il rischio di congestione è molto alto. Si tratta di un blocco della digestione che potrebbe rovinare le feste al malcapitato, costretto poi a brodini e bevande calde.

La congestione, infatti, può causare nausea, vomito e diarrea. Sono i cardiopatici quelli che dovrebbero prestare maggiore attenzione. Il cuore non ama il freddo e passare dal calore di un luogo chiuso alle basse temperature esterne potrebbe causare uno choc. In questo caso, chiamare l’ambulanza e non cercare di attendere: con il cuore non si scherza.

Botti e fuochi d’artificio

Per molte persone il capodanno è sinonimo di botti e fuochi d’artificio. Ogni anno gli incidenti causati da questi strumenti sono sempre numerosi.

Ad essere maggiormente a rischio sono bambini e ragazzini. Anche gli adulti, se maneggiano con poca cura botti e fuochi d’artificio, possono incorrere in traumi, spesso molto gravi.

Dai problemi all’udito alle ustioni, dalle lesioni alle mani e agli occhi alle intossicazioni da fumo. Sono davvero tanti i rischi che si possono correre in questi casi.

Immagine da Pixabay.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820