Aggiornato alle: 01:30

L’ordigno di Brindisi, completate le operazioni per il disinnesco

di Redazione

» Cronaca » L’ordigno di Brindisi, completate le operazioni per il disinnesco

L’ordigno di Brindisi, completate le operazioni per il disinnesco

| domenica 15 Dicembre 2019 - 08:42
L’ordigno di Brindisi, completate le operazioni per il disinnesco

Completate a Brindisi le operazioni per il disinnesco dell’ordigno bellico trovato il due novembre scorso durante i lavori per l’ampliamento di un cinema. La bomba sarà fatta brillare in una cava.

Sono 54 mila le persone per le quali si è resa necessaria l’evacuazione a partire dalle 5 della mattina, più della metà dei residenti, già rientrate nelle loro abitazioni. Si è trattato dell’evacuazione più imponente in una città italiana dal dopoguerra a oggi.

L’operazione di evacuazione della zona rossa è iniziata all’alba e non si sono registrati imprevisti. L’ordigno fu trovato il 2 novembre scorso nel cantiere di ampliamento di un cinema multisala. Molti dei cittadini evacuati hanno scelto di dormire fuori già da ieri. In tutto – riporta Ansa.it – sono stati più di 1000 gli operatori di forze dell’ordine impegnati nelle operazioni, circa 250 i volontari di protezione civile.

A Brindisi scatta la maxi evacuazione

In azione gli artificieri dell’undicesimo reggimento genio guastatori di Foggia che hanno proceduto prima alla messa in sicurezza e poi allo spostamento dell’ordigno. La bomba, di fabbricazione inglese, pesa 500 libbre, è lunga un metro e contiene 40 chili di tritolo.

Secondo quanto si apprende, l’ordigno è stato sganciato presumibilmente nel 1941. La spoletta, invece, sarebbe stata danneggiata durante il ritrovamento.

Foto da Twitter.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820