Il futuro del noleggio a lungo termine in Italia

di Redazione

» Intrattenimento » Il futuro del noleggio a lungo termine in Italia

Il futuro del noleggio a lungo termine in Italia

| giovedì 04 Febbraio 2021 - 22:47
Il futuro del noleggio a lungo termine in Italia

La pandemia di Covid-19 ha portato dei cambiamenti radicali in tutti gli aspetti della vita, legati alla politica, alla società e, soprattutto, all’economia. Molti settori economici sono stati rallentati, se non addirittura fermati per alcuni periodi, causando quindi danni molto forti nel medio o lungo periodo. Il mercato automobilistico, in particolare, è uno di quelli che più sono stati colpiti, non solo in termini di volumi, ma anche per quanto riguarda il comportamento dei consumatori. A fronte di un potere di spesa mutato nell’ultimo anno e di nuove consapevolezze circa la sicurezza dei trasporti, gli automobilisti italiani sono alla ricerca di nuove soluzioni, tra cui le formule di noleggio a lungo termine.

Il noleggio a lungo termine oggi

La formula del noleggio a lungo termine in Italia ha preso piede negli ultimi anni. Inizialmente, questo tipo di noleggio era riservato solamente ad aziende oppure a liberi professionisti, tutti soggetti in possesso di una partita IVA. Questo perché permetteva di contenere i costi e una comodità senza paragoni. Nel corso degli anni, il trend di mercato si è allargato e la possibilità del noleggio a lungo termine si è aperta anche ai privati. Adesso infatti nuove forme e modalità dei servizi hanno adattato l’offerta anche a tutti i soggetti e la scelta sempre più diffusa di noleggio lungo termine privati è un trend che sta modificando radicalmente il mercato automotive.

Quali sono i principali vantaggi della formula di noleggio a lungo termine per privati? Innanzitutto, la spesa chiara. Prima di sottoscrivere il contratto infatti viene stipulato quanto si andrà a pagare per tutto il tempo della durata (solitamente il contratto ha una durata variabile fra i 36 e i 60 mesi). Ogni mese il noleggiatore dovrà versare infatti una cifra pattuita all’inizio, cioè un canone, indipendente dalle variazioni nel mercato. In questo modo si avrà la sicurezza di prevedere esattamente le spese.

Un secondo vantaggio riguarda la facilità di gestione del veicolo. Fra i servizi, l’assistenza dell’agenzia noleggiatrice comprende diversi livelli, compresa la gestione documentale. L’automobilista dovrà infatti preoccuparsi solo di pagare e di guidare l’automobile, mentre le pratiche associate (assicurazione RCA, furto e incendio, assistenza stradale e manutenzione) sono a carico dell’agenzia e compresi nel canone. Vale il principio del tutto compreso: all’interno della cifra pattuita, infatti, posso essere considerati anche plus aggiuntivi, tra cui il cambio delle gomme invernali e l’auto sostitutiva in caso di incidente.

Il noleggio a lungo termine domani

Nel 2019, in Italia, si contano circa 4 milioni di veicoli immatricolati per il noleggio a lungo termine, quindi di proprietà delle società che se ne occupano. Su tutto il mercato nazionale corrispondono al 15% del totale dei veicoli circolanti in Italia. La crisi pandemica da Covid-19 ha abbassato di circa il 22% il numero di automobili immatricolate per il noleggio a lungo termine, ma i trend positivi di sviluppo degli ultimi mesi lascia presagire crescite importanti. Le società di noleggio, infatti, in certi casi hanno provveduto a rivedere le proprie formule per venire incontro alle esigenze di consumatori in un periodo di forte instabilità come quello attuale. I principali cambiamenti hanno riguardato la durata proposta del contratto ed eventuali limiti di chilometraggio.

Uno dei grandi vantaggi di queste formule riguarda la possibilità di potersi informare e attivare contratti direttamente online, in modo snello, agile e veloce, riducendo al minimo i contatti interpersonali e i passaggi burocratici. Sono molte le aziende che oggi offrono la possibilità di svolgere tutti i passaggi online in modo facile, chiaro e trasparente, tra queste si segnala brumbrum.it, un innovativo e-commerce automotive.

foto: Altroconsumo.it

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820