Dopo il Pd, si spacca anche l’Udc siciliano | I deputati Ars rinnegano i due nuovi assessori

di Manlio Viola

» Politica » Dopo il Pd, si spacca anche l’Udc siciliano | I deputati Ars rinnegano i due nuovi assessori

Dopo il Pd, si spacca anche l’Udc siciliano | I deputati Ars rinnegano i due nuovi assessori

| giovedì 10 Aprile 2014 - 16:21
Dopo il Pd, si spacca anche l’Udc siciliano | I deputati Ars rinnegano i due nuovi assessori

“Nella proposizione dei due assessori, computati all’Udc, sono state gravemente violate nel nostro partito le regole democratiche poste alla base di un sistema che garantisce la rappresentanza e la corretta costruzione delle decisioni e delle scelte. I due assessori Valenti e Torrisi non risulta siano stati individuati dal gruppo parlamentare all’uopo riunito”.

È il contenuto di una dura nota diffusa da metà dei parlamentari dello scudocrociato all’Ars e fra loro anche il capogruppo Lillo Firetto. Dopo il Pd, dunque, si spacca anche l’Udc.

“Il rischio concreto è che Valenti e Torrisi possano rappresentare solo se stessi – continua la nota firmata da Lillo Firetto, Nino Dina, Mimmo Turano, Margherita La Rocca Ruvolo – non rappresentando sicuramente l’area occidentale della Sicilia con le province di Palermo, Trapani ed Agrigento, con gravi ricadute politiche ed elettorali anche in vista delle prossime elezioni europee”.

“Riteniamo, pertanto – concludono i deputati che rappresentano la metà esatta del gruppo – di non potere garantire la maggioranza a sostegno del governo Crocetta in presenza di esponenti dell’Udc non rappresentativi del gruppo parlamentare”.

Immediata la risposta del presidente dell’Udc, l’ex ministro Gianpiero D’Alia, che ha condotto la trattativa con il presidente della Regione. “Comprendo le preoccupazioni di alcuni colleghi di partito – dice – generate probabilmente dalla velocità con la quale il presidente Crocetta ha voluto risolvere la crisi di governo. Sicuramente nei prossimi giorni la dirigenza regionale provvederà a convocare il comitato regionale e il gruppo parlamentare per favorire un confronto sereno e che abbia, come sempre, come unico obiettivo il bene della Sicilia e dei siciliani”.

Anche l’ex assessore della giunta regionale siciliana, Ester Bonafede è intervenuta nella vicenda: “Prendo atto della presa di posizione dei parlamentari dell’Assemblea regionale siciliana dell’Udc, Lillo Firetto, Nino Dina, Mimmo Turano e Margherita La Rocca Ruvolo. Da militante e donna di partito dell’Udc, auspico che il percorso di ricomposizione del Governo regionale possa garantire adeguata rappresentanza al gruppo parlamentare e assicurare la maggioranza politica in parlamento perché possano essere affrontati e risolti i gravi temi che, ancora oggi, attanagliano l’Isola”.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820