Aggiornato alle: 16:15

Renzi ai cantieri dell’Expo di Milano: | “Non lasceremo il futuro ai gufi”

di Alessia Bellomo

» Politica » Renzi ai cantieri dell’Expo di Milano: | “Non lasceremo il futuro ai gufi”

Renzi ai cantieri dell’Expo di Milano: | “Non lasceremo il futuro ai gufi”

| mercoledì 13 Agosto 2014 - 14:26
Renzi ai cantieri dell’Expo di Milano: | “Non lasceremo il futuro ai gufi”

Una visita lampo quella del premier Matteo Renzi ai cantieri di Expo 2015 a Milano, dopo la messa a punti del decreto Sblocca Italia: la due giorni tra Nord e Sud del presidente del Consiglio inizia dal capoluogo lombardo con un messaggio chiaro. “Non lasceremo il futuro ai gufi e a chi scommette sul fallimento”, dice subito Renzi “La tempistica dei lavori sarà rispettata, ce la faremo”.

Accompagnato dall’ad di Expo Giuseppe Sala, il premier si lascia andare in battute sul suo governo (“Da quando ci siamo noi piove sempre”) e sui suoi ministri (“Maurizio e Maurizio ormai sono una coppia di fatto”, ha affermato riferendosi a Martina e Lupi). Renzi è positivo: “Finora sono stati venduti cinque milioni di biglietti. Dobbiamo darci un obiettivo in più, sarebbe molto bello entro l’inizio dell’evento arrivare a dieci milioni venduti”.

Durante l’incontro con la stampa, Renzi ha confermato il faccia a faccia avuto ieri con il presidente della Bce, minimizzando e assicurando che non si trattava di nessun incontro segreto: “Lo incontro spesso per fortuna”. L’ottimismo per la ripresa dell’Italia è un cavallo di battaglia di Renzi che parla soprattutto dei lavoratori: “L’Expo è una chiave per la ripartenza del nostro Paese. Gli operai e le operaie non stanno semplicemente costruendo padiglioni, ma stanno costruendo e restituendo l’orgoglio a un Paese che ne ha bisogno come il pane”.

Il premier torna, incalzato dai giornalisti, sull’articolo 18, ribadendo che quella del lavoro non è “una discussione ideologica” e che bisogna “riscrivere lo statuto dei lavoratori”, da lui stesso definito un totem ideologico.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it