Bake Off Italia 2, Madalina aiutante d’eccezione: eliminata Mimma, grembiule blu a Federico

di Redazione

» TV » Bake Off Italia 2, Madalina aiutante d’eccezione: eliminata Mimma, grembiule blu a Federico

Bake Off Italia 2, Madalina aiutante d’eccezione: eliminata Mimma, grembiule blu a Federico

| venerdì 26 Settembre 2014 - 22:35
Bake Off Italia 2, Madalina aiutante d’eccezione: eliminata Mimma, grembiule blu a Federico

Nuova sfida per gli aspiranti pasticceri di Bake Off Italia 2. Sotto l’occhio vigile di Benedetta Parodi, Ernst Knam e Clelia d’Onofrio i concorrenti si cimentano nella preparazione della torta pere e cioccolato e nell’eclair. Ospite d’eccezione Madalina Pometescu, la giovane mamma che ha vinto la prima edizione di Bake Off Italia. In gara, dopo l’eliminazione di Annamaria e Stefano, sono rimasti in dodici. Si inizia con la prova di creatività al sapor di pere e cioccolato. I concorrenti devono preparare due versioni dello stesso dolce.

“Voglio fantasia, niente delusioni come le ultime volte”, avverte Knam. Alice sembra perplessa e spaventata dalla “doppia versione”, più fiducioso Alfredo, il più giovane in gara. Antonio punta sul peperoncino: “ a Knam il piccante piace… Un’arruffianata ecco!”. Federico si dice “intrigato” dalla doppia prova, ma – visti i ripetuti commenti sugli occhi blu – anche da Madalina e si affida ai suggerimenti dell’ex concorrente.

Mimma ha qualche problema con gli ingredienti, ma non sembra scoraggiarsi. Roberta gioca la sfida con sapori nuovi, come l’olio di cocco e l’avocado. Erika sta per dimenticare di inserire le pere nella ricetta, ma si riprende e inforna speranzosa le sue creazioni. Alice rompe un contenitore e lo stress inizia a farsi sentire. Stephanie inserisce i pistacchi nella ricetta e spera nella buona sorte. Niente torte “classiche” per Enrica, che punta su muffin al cioccolato e crepes. Giacomo e Alfredo non sfornano in tempo i dolci e sono costretti a servirli in teglia.

I giudici “passeggiano” tra i banchi e, con i loro commenti, aumentano la tensione dei concorrenti. Al momento dell’assaggio sono gli stessi concorrenti a indicare quale versione del dolce fare giudicare. Stephanie viene subito bacchettata perché i sapori sono troppo “separati” e si sente troppo il cioccolato al palato. Enrica sfida i giudici con delle mini crepes, che però non entusiasmano e scatenano le critiche di Knam. Giacomo è subito rimproverato: “la torta è cruda e il sapore non è deciso”. Federico punta sul crumble, l’estetica non lo aiuta ma il sapore sembra piacere ai giudici. Mimma ammette di avere sbagliato le ricette e presenta una torta dal cuore morbido, almeno nelle intenzioni. In realtà il dolce è “franato”.

“In questi casi – interviene Knam – si devono usare gli stampi monoporzione”. Roberta viene rimproverata per la decorazione ma elogiata per il sapore e la cottura “alla perfezione”. Antonio si gode i complimenti di Knam, mentre Alfredo sbaglia la cottura: errore che non sfugge ai giudici. Claudio è tradito dalla frolla, mentre Maria Chiara può stare tranquilla e incassa con il sorriso i complimenti. Giudizi positivi anche per Erika. Alice sembra delusa: “mi aspettavo – dice – un giudizio migliore”.

Prova tecnica con l’eclair, dolce rinascimentale nato in Francia a base di pasta choux, con ripieno e glassa. Poco entusiasmo e molta tensione per i dodici pasticceri, che devono preparare trenta eclair, che richiedono una doppia cottura, e tre diverse farciture. Antonio parte in difesa: “dove arrivo, mi fermo” mentre Claudio sembra temere il poco tempo a disposizione. Stephanie è tesa, con le mani che tremano visibilmente. Alfredo sembra conoscere bene la ricetta e procede senza intoppi. Mimma segue passo passo la ricetta ma sembra perdere il conto delle uova inserite nell’impasto.

Il risultato è molto lontano dalle sue aspettative e, in un momento di nervosismo, getta i dolci. Poi, grazie anche all’intervento di Benedetta Parodi, si tranquillizza e riprende a lavorare. Alfredo ammette: “i miei bignè sono impazziti proprio come me in questo momento”. Maria Chiara sbaglia l’impasto e gli eclair non lievitano abbastanza: “sembrano savoiardi”. Mancano pochi minuti alla fine, quando Antonio si accorge di avere perso una delle creme messe a raffreddare, qualche concorrente l’avrà presa per sbaglio. Il concorrente napoletano non sembra preoccupato: “a casa non vado, ci sono scarsoni più di me. La prossima volta però metto il codice fiscale”. Parola ai giudici, che giudicano “al buio”.

Per Alfredo “un gusto di ottimo livello, ma non ci siamo con la presentazione”. Giudizi positivi per Antonio, peccato per l’assenza di una delle creme. Per Enrica eclair “mediamente saporiti” e con poca glassa. Esempio di una “cattiva gestione del tempo”, interviene la D’Onofrio. Eclair “carini” per Stephanie, ma Knam precisa: “se fossero più curati sarebbero perfetti. La crema è buona”. Valanga di critiche per i dolci di Mimma, sia per l’impasto sia per il numero: solo dieci eclair e non trenta. “Dove sono finiti gli altri? – chiede Knam – Questo è un caso per l’ispettore Derrick”. Roberta incassa i complimenti dei giudici. Critiche anche per Claudio e Giacomo. Alice viene rimproverata per la glassa poco lucida, ma lodata per la cottura “perfetta” della pasta. Complimenti anche per Alfredo: “siamo al top, alta pasticceria”. Maria Chiara subito rimproverata per la decorazione del piatto con la crema pasticcera. “La detesto”, tuona Knam.

I tre peggiori eclair sono quelli di Mimma, Maria Chiara e Claudio. I migliori sono invece quelli sfornati da Stephanie, Antonio e Federico. Il grembiule blu passa da Alfredo, che lo aveva ottenuto nella puntata precedente, a Federico. “Molto contento, mi sono ripreso il grembiule. Anche se non è più blu – scherza riferendosi alle molte macchie presenti – è quello di un fornaio!”. I peggiori della settimana sono: Enrica, Maria Chiara e Mimma. A lasciare la gara è Mimma. “Un abbraccio a me, a Bake off, agli amici che ho conosciuto”.

 

> CHI SONO I CONCORRENTI DI BAKE OFF ITALIA 2

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820