Aggiornato alle: 18:28

Real-Juve, Morata e i fischi del Bernabeu | Quando il calcio diventa… crudele

di Riccardo Bagarella

» Sport » Real-Juve, Morata e i fischi del Bernabeu | Quando il calcio diventa… crudele

Real-Juve, Morata e i fischi del Bernabeu | Quando il calcio diventa… crudele

| giovedì 14 Maggio 2015 - 10:55
Real-Juve, Morata e i fischi del Bernabeu | Quando il calcio diventa… crudele

Certe volte il calcio sa essere davvero crudele, e la storia del doppio confronto in Champions League tra Real Madrid e Juventus ne è prova inconfutabile: per credere, chiedere ad Alvaro Morata. La qualificazione dei bianconeri alla finalissima di Berlino porta la doppia firma dello spagnolo, che tra andata e ritorno ha estromesso dalla competizione la squadra nella quale è cresciuto e che lo ha lanciato nel mondo dei grandi del pallone.

Contro i ‘blancos’, il numero 9 di Max Allegri è stato maledettamente decisivo. Prima ha messo a segno una pesantissima rete nel 2-1 dello ‘Stadium, quindi si è ripetuto con il gol dell’1-1 che mercoledì sera al ‘Bernabeu‘ ha condannato gli uomini di Ancelotti e fatto esplodere di gioia la sua Juve. In entrambe le occasioni, l’ex madridista non ha fatto una piega: il rispetto per la ‘casablanca’ era troppo profondo per permettersi anche solo di abbozzare un’esultanza.

Il gesto di Morata è segno di una sincera riconoscenza verso dei colori che porta ancora dentro di sé; ma nel calcio, si sa, si dimentica troppo in fretta. Ed è così che quando lo spagnolo ha lasciato il terreno di gioco dell’impianto di Madrid, i tifosi del Real hanno accompagnato l’uscita dal campo del giocatore con fischi tanto ingiusti quanto difficili da digerire.

Il giovane Alvaro c’è rimasto male, come testimoniato dalla reazione del giocatore, che ha congiunto le mani quasi a chiedere ‘perché?’ ai suoi ex tifosi. La sua Juve si stava avvicinando ad un traguardo importantissimo, e il merito era in gran parte suo e della sua rete, ma mentre usciva dal rettangolo verde, l’unico sentimento che accompagnava Morata era l’incredulità di fronte al ‘tributo’ del ‘Bernabeu’. Certe volte il calcio sa essere davvero crudele.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it