Aggiornato alle: 14:38

L’Italia conquista un bel pareggio in Croazia (1 a 1) | Candreva su rigore risponde al gol di Mandzukic

di Redazione

» Sport » L’Italia conquista un bel pareggio in Croazia (1 a 1) | Candreva su rigore risponde al gol di Mandzukic

L’Italia conquista un bel pareggio in Croazia (1 a 1) | Candreva su rigore risponde al gol di Mandzukic

| venerdì 12 Giugno 2015 - 20:45
L’Italia conquista un bel pareggio in Croazia (1 a 1) | Candreva su rigore risponde al gol di Mandzukic

Allo Stadio Poljud di Spalato la Nazionale di Antonio Conte pareggia per 1 a 1 contro la Croazia: nessun cambiamento nella classifica del Girone H, che vede sempre in testa la selezione di Niko Kovac, ma gli azzurri portano comunque a casa un punto che dà loro tanta convinzione e fiducia nei propri mezzi, anche perché la Norvegia non va oltre il pari in casa contro l’Azerbaigian.

Le reti arrivano nel primo tempo. Mandzukic prima si fa parare un rigore (7′), poi porta in vantaggio la Croazia (11′) tra le proteste di Buffon e compagni, che qualche secondo prima si erano visti annullare un gol per un fuorigioco inesistente. In chiusura di tempo (36′), Candreva pareggia i conti con un coraggioso ‘cucchiaio’ su rigore.

Nella ripresa sono gli azzurri a fare la partita, la squadra di Conte costruisce una serie di palle gol che non riesce però a concretizzare per mancanza di lucidità al momento del ‘dunque’. Nel finale, ai padroni di casa saltano i nervi, il capitano Srna si fa espellere per doppia ammonizione. Pochi dubbi: al triplice fischio, il risultato sorride più agli italiani che non ai croati.

GUARDA LE PAGELLE DELLA GARA

————

22.39 – FISCHIO FINALE: CROAZIA – ITALIA 1 – 1.

47′ s.t.: ULTIMO CAMBIO PER LA CROAZIA: esce Kovacic, entra Leovac.

46′ s.t.: l’arbitro concede 2 minuti di recupero.

45′ s.t.: ESPULSO SRNA: il capitano della Croazia si becca il secondo giallo e rientra negli spogliatoi.

35′ s.t.: ULTIMA SOSTITUZIONE PER CONTE: Ranocchia prende il posto di El Shaarawy, l’Italia passa dal 4-3-3 al 5-4-1.

34′ s.t.: grande conclusione dalla distanza da parte di Perisic, pallone non di molto alto sopra la traversa.

27′ s.t.: CAMBIO PER LA CROAZIA: esce Pranjic, entra Vrsaljko.

25′ s.t.: PAROLO SI DIVORA IL GOL DEL 2 A 1. Una grande progressione di Candreva libera il compagno di squadra nell’area di rigore croata, ma l’azzurro fallisce quello che si potrebbe definire un ‘rigore in movimento’.

23′ s.t.: Pirlo prova la conclusione da fuori, ma il suo tiro termina alto sopra la traversa.

16′ s.t.: cross dalla destra di Candreva, El Shaarawy colpisce di testa e manda alto, impedendo di fatto a Marchisio, meglio posizionato, di intervenire sul pallone.

15′ s.t.: tiro al volo di Brozovic da posizione defilata, la conclusione del croato termina sul fondo.

9′ s.t.: AMMONITO SRNA.

7′ s.t.: AMMONIZIONE PER PAROLO: l’azzurro commette un fallo da dietro su Rakitic, l’arbitro gli mostra il giallo e concede ai croati una punizione da posizione pericolosa.

21.52 – INIZIA IL SECONDO TEMPO. Un cambio per parte nelle due formazioni: Conte inserisce Sirigu al posto di Buffon, mentre Kovac sostituisce Olic con Rebic.

21.34 – FINISCE IL PRIMO TEMPO. Croazia e Italia rientrano negli spogliatoi sul risultato di 1 a 1, a segno Mandzukic (11′) e Candreva (36′, rigore).

45′ p.t.: Pellé scatta alle spalle di Schildenfeld e tira in porta, Subasic devia in angolo.

44′ p.t.: l’arbitro concede tre minuti di recupero.

42′ p.t.: insidiosa punizione di Pirlo, Pellé sfiora il pallone levandolo di fatto a Bonucci, che si trovava a pochi passi dalla porta avversaria.

36′ p.t.: PAREGGIO DELL’ITALIA: Candreva sorprende con un ‘cucchiaio’ il portiere della Croazia.

35′ p.t.: CALCIO DI RIGORE PER L’ITALIA: fallo di mano di Mandzukic ad evitare l’intervento di Pellé.

32′ p.t.: El Shaarawy spara addosso a Subasic al termine di una buona azione in velocità.

27′ p.t.: primo cambio per Antonio ConteDe Silvestri non ce la fa, al suo posto entra De Sciglio.

24′ p.t.: gioco fermo per un infortunio occorso a Lorenzo De Silvestri: brutta distorsione al ginocchio per il terzino della Samp.

23′ p.t.: ottimo lancio di El Shaarawy per Candreva, ma Subasic esce in tempo.

11′ p.t.: GOL DELLA CROAZIA. Clamoroso ribaltamento. Mentre cinque giocatori azzurri protestano con il guardalinee per il gol annullato la Croazia batte velocemente la punizione e in larga superiorità numerica trova in contropiede il gol del vantaggio con un tocco ravvicinato di Mandzukic in posizione regolare per pochi centimetri. Nuove proteste per gli azzurri. Buffon si fa ammonire, Conte è furibondo.

11′ p.t.: GOL ANNULLATO ALL’ITALIA: Segna El Shaarawy con un tocco dentro l’area di rigore ma l’arbitro annulla per un fuorigioco che non c’è.

7′ p.t. – Buffon para il rigore a Mandzukic tuffandosi alla propria destra.

6′ p.t.: CALCIO DI RIGORE per la Croazia per fallo di Astori su Srna.

Quello di Spalato è un match fondamentale sia per Kovac che per Conte: in ballo c’è il primo posto del Girone H. Nonostante le tante assenze (il ct non potrà contare su Barzagli, Verratti, Zaza, De Rossi e Chiellini), gli azzurri tenteranno di vincere contro i temibili padroni di casa (ma gli spalti saranno vuoti), consapevoli che un successo permetterebbe di mettere una seria ipoteca sulla qualificazione a Euro 2016.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

CROAZIA: Subasic; Srna, Schildenfeld, Vida, Pranjic (dal 27′ s.t. Vrsaljko); Brozovic, Rakitic; Olic (dal 1′ s.t. Rebic), Kovacic (dal 47′ s.t. Leovac), Perisic; Mandzukic. Allenatore: Niko Kovac.

ITALIA: Buffon (dal 1′ s.t. Sirigu); De Silvestri (dal 27′ p.t. De Sciglio), Bonucci, Astori, Darmian; Marchisio, Pirlo, Parolo; Candreva, Pellè, El Shaarawy (dal 35′ s.t. Ranocchia). Allenatore: Antonio Conte.

ARBITRO: Martin Atkinson (Inghilterra).

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820