Aggiornato alle: 11:49

Sabato senza shopping nella grande distribuzione | “Sciopero ineludibile dopo mesi di nulla di fatto”

di Redazione

» Cronaca » Sabato senza shopping nella grande distribuzione | “Sciopero ineludibile dopo mesi di nulla di fatto”

Sabato senza shopping nella grande distribuzione | “Sciopero ineludibile dopo mesi di nulla di fatto”

| sabato 07 Novembre 2015 - 10:28
Sabato senza shopping nella grande distribuzione | “Sciopero ineludibile dopo mesi di nulla di fatto”

Stop alla spesa nella grande distribuzione. Oggi i commessi, cassieri, i magazzinieri e i capireparto incrociano le braccia in tutta Italia per per chiedere il rinnovo del contratto scaduto dal 2013 e difendere diritti e salario. Si alza la voce contro i turni di lavoro ritenuti sempre più pesanti, con aperture tutti i giorni, festivi, domeniche e notturni compresi.

Ikea, Decathlon, Coop, Rinascente, Upim, Oviesse, Carrefour e Coin, i grandi marchi coinvolti dallo sciopero sono tanti. Migliaia i supermercati e i negozi di ogni dimensione che hanno aderito alla mobilitazione voluta da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil. Destinatari della protesta sono gli aderenti a Federdistribuzione, Confesercenti e Distribuzione Cooperativa.

“Lo sciopero proclamato è una scelta importante e ineludibile dopo 22 mesi in cui gli incontri e le trattative non hanno prodotto le condizioni minime per arrivare a definire i rinnovi contrattuali” ha affermato la segretaria generale della Filcams Cgil, Maria Grazia Gabrielli.

Non è più il tempo dei rinvii: “La stagione dei rinnovi dei contratti sta vivendo profondi attacchi e dilazionare molto i tempi forse porta con sé l’idea che dei contratti nazionali stessi si possa anche fare a meno. Noi, restiamo convinti della centralità del contratto nazionale che va difeso e rafforzato”.

Confesercenti afferma che il negoziato per lei “è ancora aperto” e la proclamazione dello sciopero “non ha tenuto in debita considerazione” la sua disponibilità a proseguire il confronto. Ma sindacati e lavoratori, si legge in una nota della Filcams, “sono pronti a dare il via ad una lunga battaglia” che impazza già anche sui social network con l’hashtag #Fuoritutti.

 

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it