Aggiornato alle: 07:30

Milan – Torino, le pagelle. Honda giganteggia | Immobile predica nel deserto

di Redazione

» Sport » Milan – Torino, le pagelle. Honda giganteggia | Immobile predica nel deserto

Milan – Torino, le pagelle. Honda giganteggia | Immobile predica nel deserto

| sabato 27 Febbraio 2016 - 22:39
Milan – Torino, le pagelle. Honda giganteggia | Immobile predica nel deserto

Ecco le pagelle dell’anticipo della 27esima giornata di Serie A tra Milan e Torino (clicca qui per leggere la cronaca).

MILAN: Donnarumma 6,5; Abate 6, Alex 6,5, Zapata 7, Antonelli 7,5; Honda 9, Kucka 7, Bertolacci 6, Bonaventura 6; Niang 5,5 (dal 24′ s.t. Boateng 5,5), Bacca 5 (dal 44′ s.t. Balotelli s.v.). All.: Mihajlovic.

I MIGLIORI DEL MILAN:

Honda: È il più in forma degli uomini di Mihajlovic. La sua pressione sulla destra è costante ed il gol nasce proprio da un suo calcio d’angolo. La facilità con cui il giapponese riesce a calciare è impressionante: ne è prova quel cioccolatino di punizione che per sua sfortuna centra in pieno la traversa.

Antonelli: Quando c’è da attaccare, i compagni possono contare praticamente sempre sulle sue sovrapposizioni, puntuali ed efficaci. Poi si fa trovare pronto anche nell’altra fase, quella difensiva, rientrando velocemente in posizione. Segna un gol da attaccante di razza, lui che invece di mestiere fa il terzino: tutto buono…

Zapata: Mihajlovic lascia in panchina uno come Romagnoli pur di confermarlo, e il centrale colombiano ripaga in pieno la sua fiducia con una prestazione di assoluto livello: inizia col botto, con una chiusura decisiva su un tiro di Belotti, poi continua a giocare alla grande, non sbagliando praticamente nulla.

I PEGGIORI DEL MILAN:

Bacca: Da uno come lui ci si aspetta sempre quel qualcosa in più, e invece il colombiano non riesce mai ad entrare veramente in partita: ma c’è un’attenuante, e cioè che i compagni non lo sostengono nel migliore dei modi.

TORINO: Padelli 5,5; Maksimovic 6, Glik 4,5, Moretti 5,5; Zappacosta 6 (dal 41′ s.t. Martinez s.v.), Acquah 5,5, Vives 5,5, Baselli 6 (dal 33′ s.t. Maxi Lopez s.v.), B. Peres 4,5; Belotti 5,5, Immobile 6,5. All.: Ventura.

I MIGLIORI DEL TORINO:

Immobile: Predica nel deserto ed è quasi sempre costretto a mettersi in proprio. Di palloni in avanti ne arrivano pochissimi, ma con quei pochi che riceve riesce a rendersi sempre pericoloso: serve un gran Donnarumma per sbarrargli la strada.

I PEGGIORI DEL TORINO:

Glik: Non è più quello di qualche tempo fa. Impreciso nei disimpegni e poco lucido in fase di marcatura, il che lo porta spesso a commettere falli decisamente evitabili. Così come evitabile è il nervosismo che lo accompagna da qualche tempo a questa parte.

B. Peres: Un’altra prova opaca per l’esterno brasiliano, mai pericoloso in fase offensiva e piuttosto in imbarazzo sulle scorribande di Honda e Kucka. Della sua proverbiale velocità e forza fisica nemmeno l’ombra, e Abate non deve faticare più di tanto per contenerne le (sporadiche) iniziative.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it