Aggiornato alle: 19:22

Regeni, passo indietro del governo egiziano | “Mai sostenuto che fu la banda ad ucciderlo”

di Redazione

» Esteri » Regeni, passo indietro del governo egiziano | “Mai sostenuto che fu la banda ad ucciderlo”

Regeni, passo indietro del governo egiziano | “Mai sostenuto che fu la banda ad ucciderlo”

| domenica 03 Aprile 2016 - 14:19
Regeni, passo indietro del governo egiziano | “Mai sostenuto che fu la banda ad ucciderlo”

Secondo il viceministro aggiunto dell’Interno Abou Bakr Abdel Karim, il governo egiziano non ha mai sostenuto che la banda di cinque rapinatori uccisi dalla polizia “fosse responsabile dell’assassinio” di Giulio Regeni.

Questo il passo indietro riportato del governo egiziano del quotidiano Al Masry Al Youm, facendo riferimento alla notizia del ritrovamento dei documenti di Regeni a casa dei familiari dei banditi. “La ricerca degli assassini è ancora in corso”, ha aggiunto.

Nel comunicato del 24 marzo del ministero dell’interno si affermava, invece, che la banda di rapinatori “era dietro all’uccisione dell’italiano” e che il capo della banda criminale aveva nascosto il borsello di Regeni a casa di sua sorella.

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it