Aggiornato alle: 08:01

Regeni è stato sequestrato in piazza Tahrir | Sempre più evidenti i depistaggi dell’Egitto

di Redazione

» Cronaca » Regeni è stato sequestrato in piazza Tahrir | Sempre più evidenti i depistaggi dell’Egitto

Regeni è stato sequestrato in piazza Tahrir | Sempre più evidenti i depistaggi dell’Egitto

| lunedì 11 Aprile 2016 - 11:03
Regeni è stato sequestrato in piazza Tahrir | Sempre più evidenti i depistaggi dell’Egitto

Giulio Regeni sarebbe stato sequestrato in piazza Tahrir e non nei pressi della sua abitazione. Questo è quanto emerge dallo studio delle cellule telefoniche a cui Regeni si sarebbe agganciato il 25 gennaio, giorno della sua scomparsa.

Si tratta di una rivelazione importante, perché quel giorno, proprio a piazza Tahrir, erano attivi gli agenti del generale Shalaby, l’uomo che ha fornito più di una versione sul ritrovamento del cadavere dello studente friulano.

La tesi del depistaggio da parte delle autorità egiziane, spiega Repubblica, prende quindi sempre più campo. Le immagini delle telecamere di sicurezza delle stazioni della metropolitana da cui Regeni sarebbe transitato, infatti, non sarebbero state fornite.

Il generale Khaled Shalaby, capo della polizia di Giza, è l’ufficiale che il 3 febbraio parlò prima di “incidente stradale per poi riportere il particolare dei pantaloni abbassati. Infine riferì di aver visto il corpo così distrattamente da non aver notato segni di tortura.

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it