Rio 2016, pallanuoto: Settebello di bronzo! | L’Italia di Campagna batte il Montenegro 12 – 10

di Andrea Zito

» Olimpiadi Rio 2016 » Rio 2016, pallanuoto: Settebello di bronzo! | L’Italia di Campagna batte il Montenegro 12 – 10

Rio 2016, pallanuoto: Settebello di bronzo! | L’Italia di Campagna batte il Montenegro 12 – 10

| sabato 20 Agosto 2016 - 07:00
Rio 2016, pallanuoto: Settebello di bronzo! | L’Italia di Campagna batte il Montenegro 12 – 10

L’Italia di pallanuoto maschile è bronzo alle olimpiadi di Rio 2016. Il Settebello di Sandro Campgna ha battuto il Montenegro  per 12 – 10 in una sfida incertissima, decisa dalle giocate di Presciutti e le parate del solito immenso, infinito Stefano Tempesti (alla quinta olimpiade della carriera).

Per la prima volta nella storia, l’Italia centra la medaglia sia al maschile sia al femminile nella stessa olimpiade. Per la seconda olimpiade consecutiva gli uomini di Campagna sono sul podio olimpico, dopo l’argento di Londra.

La Serbia ha vinto 11-7 nella finale per la medaglia d’oro contro la Croazia: in semifinale aveva battuto il Settebello.

Montenegro – ITALIA: FINALE 10 – 12 (1 – 2 ; 3 – 3 ; 4 – 5; 4 – 4)

Una partita in cui l’Italia ha faticato a lungo in superiorità numerica (al contrario del Montenegro: a segno per ben 7 volte con l’uomo in più), salvo poi sbloccarsi dal secondo tempo in poi. Magici Christian Presciutti (poker) e Valentino Gallo (tripletta); immenso Tempesti, che ha salvato il risultato su una doppia inferiorità numerica azzurra, oltre ad una copertura ottimale della porta azzurra.

Il Montenegro ha avuto l’occasione di tornare in parità (ci era già riuscita tre volte nei primi tempi) nell’ultimo minuto e mezzo con un break di 2 – 0. Poi sull’11-10, il gol di Aicardi che un rimbalzo beffa il portiere avversario e che fa’ esplodere di gioia la panchina azzurra.

————

Marcatori quarto tempo: 1′ q.t. Brguljan (MNE) dal centro in superiorità, 2′ q.t. Presciutti (ITA) dalla distanza, 3′ q.t. Presciutti (ITA) in superiorità numerica, 6′ q.t. Ivovic (MNE) dai 5 metri, 7′ q.t. Radovic (MNE) in superiorità numerica, 8′ q.t. Aicardi (ITA) dalla distanza

FINE TERZO TEMPO: Le squadre si inseguono a suon di grandi giocate e superiorità numeriche (ora ben sfruttate anche dall’Italia . ben 5 per il Montenegro). Tempesti salva tutto su una doppia inferiorità numerica azzurra nel finale di parziale, poi rischiamo allo scadere sulla traversa presa da Ivovic. Diversi montenegrini già a 2 falli.

Marcatori terzo tempo: 2′ t.t. Janovic (MNE) dalla distanza, 3′ t.t. Presciutti (ITA) in superiorità numerica, 4′ t.t. Presciutti (ITA) in pallonetto, 5′ t.t. Klikovac (MNE) in superiorità numerica, 6′ t.t. Nora (ITA) dai 5 metri, 6′ t.t. Misic (MNE) dal centro, 7′ t.t. Gallo (ITA) in superiorità numerica

FINE SECONDO TEMPO: Si segna tantissimo ad inizio e fine parziale, si difende tanto nelle fasi centrali. Italia che riesce a trovare finalmente la rete in superiorità numerica (due volte), Montenegro abile a trafiggere dalla distanza.

Marcatori secondo tempo: 2′ s.t. Janovic (MNE) in superiorità numerica, 3′ s.t. Gallo (ITA) in superiorità numerica, 7′ s.t. Ivovic (MNE) dalla distanza, 7′ s.t. Figlioli (ITA) dalla distanza, 8′ s.t. Brgulijan (MNE) dai 4 metri, 8′ s.t. Presciutti (ITA) in superiorità numerica

FINE PRIMO TEMPO: Partenza convinta dell’Italia, che si affida alle parate di Tempesti e conduce nel punteggio. Azzurri ancora a secco in superiorità numerica. Di Fulvio non concretizza in contropiede sulla sirena del periodo.

Marcatori primo tempo: 2′ p.t. Gallo (ITA) dai 5 metri, 3′ p.t. Presciutti (ITA) dal centro, 3′ p.t. Janovic (MNE) dai 5 metri allo scadere della superiorità numeric

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820