Aggiornato alle: 23:13

Rio 2016, 21 agosto: le gare son finite | Chamizo bronzo. Italvolley in lacrime

di Redazione

» Olimpiadi Rio 2016 » Rio 2016, 21 agosto: le gare son finite | Chamizo bronzo. Italvolley in lacrime

Rio 2016, 21 agosto: le gare son finite | Chamizo bronzo. Italvolley in lacrime

| domenica 21 Agosto 2016 - 06:45
Rio 2016, 21 agosto: le gare son finite | Chamizo bronzo. Italvolley in lacrime

Le gare son finite. I giochi non ancora. A Rio de Janeiro sono state assegnate le ultime medaglie di questa XXXI Olimpiade moderna e due sono state conquistate anche dall’Italia, entrambe però cariche di rammarico, in attesa della cerimonia di chiusura.

Rammarico (ma contenuto) per Frank Chamizo, che non riesce a confermare il titolo di campione del mondo di lotta libera dei 65 kg, perdendo in semifinale contro l’oro uscente Asgarov, ma centrando comunque il bronzo.

Rammarico enorme, immenso per la pallavolo maschile, in lacrime ancora una volta (la terza nella nostra storia) per un oro sfumato in finale; un argento che premia una squadra ritornata tale, dopo un mondiale allo sbando in Polonia 2 anni fa, ma che non può non lasciare l’amaro in bocca.

Amarezza anche per le farfalle, che nonostante una buona gara, deve accontentarsi del quarto posto (l’ennesimo dello sport italiano in questi giochi); amarezza per la mountain bike, con l’ottima prova di Braidot settimo che non riesce a compensare la beffa per Marco Aurelio Fontana, che vede svanire le speranze in avvio per una foratura.

Amarezza anche per la maratona, con Meucci ritirato per infortunio e gli altri italiani (Pertile e La Rosa)  malinconicamente lontani dai primi e dal trionfatore Kipchoge.

——-

ORE 22.29: Team Usa è oro nel basket maschile, per la terza volta consecutiva! Sconfitta la Serbia in finale per 96 – 66.

ORE 22.07: Un quarto di gioco separa Team USA da un nuovo trionfo nel basket. Serbia dominata finora, punteggio di 79 – 43.

ORE 21.29: Dominio Stati Uniti! All’intervallo lungo, Team Usa è avanti 52 – 29 contro la Serbia. Statunitensi ad un passo dall’ennesimo trionfo.

ORE 21.08: Dopo il primo quarto di gioco, Team Usa conduce contro la Serbia 15 – 19 nella finale del basket maschile.

ORE 20.46: Inizia la finale olimpica del basket maschile! Team Usa sfida la Serbia (riedizione della finale mondiale di due anni fa) per l’ultimo oro da assegnare in questi giochi olimpici!

ORE 20.45: Tony Victor Yoka (Francia) è il campione olimpico dei pesi super massimi (+91kg). Sconfitto in finale il britannico Joyce per split decision (verdetto non unanime).

ORE 20.30: La Danimarca ferma la Francia della pallamano! “Les experts” transalpini vedono sfumare il terzo oro consecutivo contro i danesi, vittoriosi per 28 – 26. Monumentale la prova di Mikkel Hansen (8 reti per lui).

ORE 20.00: Il sogno è svanito, di nuovo. L’Italia esce sconfitta dal Maracanazinho, 3 a zero per il Brasile. Lacrime per gli azzurri.

ORE 19.08Frank Chamizo è medaglia di bronzo nella lotta libera categoria 65 kg. Il 24enne italo-cubano, campione del mondo in carica della categoria, ha vinto 5-3 contro lo statunitense Molinaro.

ORE 19.04: Dopo otto anni di “inseguimento” Schurter si aggiudica la medaglia d’oro olimpica nella mountain bike dominando una prova corsa con estrema sicurezza e lucidità. Alle spalle il suo rivale di sempre, il ceco Khulavy, quattro anni fa medaglia d’oro proprio davanti al campione svizzero. Terzo lo spagnolo Coloma Nicolas. Solo settimo l’italiano Bradot, 19esimo e 20esimo posto rispettivamente per Andrea Tiberi e Marco Aurelio Fontana (medaglia di bronzo nell’ultima Olimpiade). 

ORE 18.52: Ultimo giro, lo svizzero Schurter si avvicina alla vittoria. Dietro Kulhavy si accontenta del secondo posto curandosi di gestire al meglio il vantaggio sul terzo posto.

ORE 18.26: Tre giri alla fine della competizione, Kulhavy e Schurter saldamente al comando con più di 20 secondi di vantaggio sugli inseguitori.

ORE 18.07: Italia e Brasile in campo al Maracanazinho! In palio l’oro olimpico della pallavolo maschile! (CLICCA QUI PER LA DIRETTA)

ORE 17.55: Schurter all’attacco; lo svizzero vuole subito chiudere qui la contesa. Braidot è quarto, preceduto da Kulhavy e Coloma.

ORE 17.46: Adesso è Luca Braidot al comando della corsa (seguito da Kulhavy e Schurter), mentre Marco Aurelio Fontana è finito nelle retrovie. Sagan costretto a fermarsi per un cambio ruota.

ORE 17.35: Subito gara di testa per il nostro Marco Aurelio Fontana, in seconda posizione dietro a Nino Schurter; in terza posizione c’è già Peter Sagan (il campione del mondo su strada).

ORE 17.30: Inizia la mountain bike maschile. Marco Aurelio Fontana guida la squadra azzurra a caccia di una medaglia.

ORE 17.29: 18.066 per la Bulgaria, che è seconda. Le Farfalle chiudono al quarto posto, oro alla Russia.

ORE 17.25: Bulgaria in pedana. Ultima formazione in gara. L’Italia si gioca la medaglia di bronzo.

ORE 17.19: Bielorussia alle spalle dell’Italia! 18.016 e totale di 35.299. Solo la Bulgaria può tentare il soprasso alle azzurre al terzo posto.

ORE 17.09: Esercizio straordinario delle Farfalle! 18.033! Terza posizione provvisoria per l’azzurra (35.549), ora attesa per Bielorussia e Bulgaria.

ORE 17.04: 18.633! Punteggio mostruoso della Russia, che supera la Spagna e vola in testa nella ritmica! Ora tocca all’Italia!

ORE 16.55: La Spagna totalizza 17.996 ai cerchi e clavette, per un totale di 35.766. Le iberiche accarezzano il sogno della medaglia d’oro.

ORE 16.44: Si chiude la prima rotazione della ginanstica ritmica. L’Italia dopo i 5 nastri è quarta, scavalcata dalla Bulgaria, che ora è al secondo posto. Spagna prima, Russia terza.

ORE 16.39: Ai 5 nastri, il Giappone totalizza solo 16.550; le nipponiche sono distanti circa un punto dall’Italia, che rimane terza provvisoria. Una squadra al termine della prima rotazione.

ORE 16.38: Kipchoge sprinta e vince la maratona delle olimpiadi! Oro al Kenya in 2.08.44, argento Etiopia con Lilesa (a un minuto e 10 secondi), bronzo Stati Uniti con Rupp.

ORE 16.32: La Bielorussia ottiene 17.283 ai 5 nastri ed è di 2 decimi circa alle spalle dell’Italia, in piena lotta per le medaglie sin dalla prima rotazione.

ORE 16.21: Kipchoge se ne va! Il kenyano ha 10 secondi di vantaggio su Lilesa al 37esimo chilometro. Terzo lo statunitense Rupp a 20 secondi.

ORE 16.19: Le farfalle azzurre totalizzano 17.516 con i 5 nastri. L’Italia è a meno di un decimo dalla Russia (seconda); in testa la Spagna con 17.800.

ORE 16.14: Le Farfalle sono in pedana per l’esercizio dei 5 nastri!

ORE 16.08: Quattro atleti in fuga nella maratona: si tratta di Behranu e Lilesa (Etiopia), Rupp (Stati Uniti) e Kipchoge (Kenya). Behranu però si stacca poco dopo.

ORE 16.03: L’etiope Berhanu passa in testa ai 30 km con il tempo di 1.33.15 e tenta la progressione. Ad inseguirlo sono Kipchoge, Lilesa, Ozbilen, Rupp, Biwott, Korir e Mutai.

ORE 16.00: Inizia la finale del concorso a squadre di ginnastica ritmica! Le Farfalle a caccia della medaglia. Primo esercizio: i 5 nastri.

ORE 15.53: Reclamo non accolto. Vince Asgarov 7 – 4, Chamizo lotterà per il bronzo.

ORE 15.52: Reclamo Italia allo scadere. Asgarov è avanti 6 – 4.

ORE 15.48: Schiacciata spalle a terra per Chamizo, che è di nuovo in vantaggio! Poi nuova parità trovata dall’azero.

ORE 15.46: Dopo il primo periodo, Asgarov è in vantaggio 3 a 2 su Chamizo. L’azero piazza il punto in avvio portando fuori pedana l’azzurro, che risponde con una posizione dominante a terra (poi replicata dall’azero).

ORE 15.43: Frank Chamizo torna in pedana! Inizia la semifinale contro l’azero Asgarov!

ORE 15.35: Passaggio alla mezza maratona. Passa in testa il keniano Korir in 1.05.55. Pertile a 20 secondi, La Rosa a 5 secondi.

ORE 15.21: Ai 16 km prima spaccatura in testa alla maratona. Il gruppo inizia a sfaldarsi.

ORE 15.11: Frank Chamizo è in semifinale! Sconfitto il georgiano Iakobshvili! La marcia dell’azzurro continua!

ORE 15.10: Si ferma Daniele Meucci. L’azzurro si tocca il piede sinistro, zoppica vistosamente, prova a ripartire ma non c’è niente da fare. La sua gara termina dopo 13 km e 42 minuti di gara.

ORE 15.00: Gruppo ancora compatto nella maratona dopo 10 chilometri. Passaggio con il tempo di 31.08, Meucci è 54esimo nella pancia del gruppo. Ritmo relativamente basso, gara che deve ancora entrare nel vivo.

ORE 14.45: Passaggio ai 5 km della maratona. Gruppo compatto con un ritmo di poco superiore a i 3 minuti a chilometro. Al momento gara tattica.

ORE 14.26: Meucci, Pertile e La Rosa. Questi i tre azzurri impegnati nella maratona, la gara simbolo dei giochi olimpici. Come per la gara femminile, partenza e arrivo nel Sambodromo di Rio de Janeiro.

ORE 13.55: Frank Chamizo è ai quarti di finale della lotta libera categoria 65 kg. Sconfitto 3 a 1 in rimonta l’armeno Safaryan (con cui l’azzurro aveva perso nell’unico precedente).

——-

Ultimo giro a Rio de Janeiro. La metropoli brasiliana si prepara a salutare i giochi della XXXI Olimpiade moderna: saluta con le finali degli sport di squadra maschili, della lotta, ma soprattutto della maratona maschile, la gara simbolo delle olimpiadi.

Normale che le attenzioni siano per loro, i ragazzi dell’italvolley, che dopo l’impresa in semifinale, sfidano per la seconda volta in pochi giorni il Brasile padrone di casa, al Maracanazinho, là dove 26 anni fa, l’Italia si laureò per la prima volta campione del mondo.

Ma non sarà solo volley, l’Italia può regalarsi altri allori anche dall’italo-cubano Frank Chamizo, campione del mondo e grande favorito della lotta libera, categoria -65kg e la squadra di ginnastica ritmica, con le farfalle reduci dal bronzo di Londra.

L’Italia si affida ai propri maratoneti, con Meucci, Pertile e La Rosa, ma anche ai propri corridori della mountain bike (Fontana, Tiberi, Braidot) che proveranno a fermare Peter Sagan (campione del mondo su strada e in cerca dell’oro fuoristrada).

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it