Aggiornato alle: 21:46

Le pagelle di Crotone – Roma. Nainggolan l’uomo della provvidenza, Dzeko spreca ma segna sempre

di Redazione

» Sport » Le pagelle di Crotone – Roma. Nainggolan l’uomo della provvidenza, Dzeko spreca ma segna sempre

Le pagelle di Crotone – Roma. Nainggolan l’uomo della provvidenza, Dzeko spreca ma segna sempre

| domenica 12 Febbraio 2017 - 14:22
Le pagelle di Crotone – Roma. Nainggolan l’uomo della provvidenza, Dzeko spreca ma segna sempre

Le pagelle di Crotone – Roma (clicca qui per leggere la cronaca), anticipo della 24esima giornata di Serie A, a cura della redazione di Sì24.

CROTONE (5-4-1): Cordaz 5,5; Rosi 5,5, Ceccherini 5,5, Dussenne 6 (dal 31′ s.t. Trotta s.v.), Ferrari 4,5, Mesbah 5,5 (dal 10′ s.t. Sampirisi 5,5); Acosty 6,5, Capezzi 5,5, Crisetig 5,5, Tonev 6 (dal 36′ s.t. Nalini s.v.); Falcinelli 6,5. All.: Nicola.

MIGLIORI CROTONE

Falcinelli: Lotta sempre su ogni pallone, fa salire la squadra e guadagna spesso buone punizioni, ma di palloni in avanti ne arrivano con il contagocce, ed è così che anche oggi rimane a secco.

Acosty: Una prova davvero volenterosa per lui. La velocità c’è, il dribbling e la tecnica pure, che accompagnati da un pizzico di coraggio lo portano a rendersi pericoloso con un paio di buoni spunti.

PEGGIORI CROTONE

Ferrari: Inizia bene, giocando con grande attenzione come gli altri suoi compagni di reparto, poi commette un’ingenuità facendo fallo da rigore su Salah: da lì in poi non rende più al meglio delle proprie possibilità.

ROMA (3-4-2-1): Szczesny 6,5; Manolas 6,5, Fazio 7, Rüdiger 6; B. Peres 6 (dal 43′ s.t. Mario Rui s.v.), Paredes 7, Strootman 7, Emerson 6; Nainggolan 8 (dal 46′ s.t. Perotti s.v.), Salah 7 (dal 35′ s.t. De Rossi s.v.); Dzeko 7. All.: Spalletti.

MIGLIORI ROMA

Nainggolan: Si conferma uomo della provvidenza: quando la Roma stenta, il più delle volte è lui a risolvere la situazione. I suoi inserimenti in area sono sempre letali, in occasione del gol è bravo a muoversi tra le linee avversarie e a trovare lo spiraglio giusto per colpire.

Dzeko: Un altro gol per lui, ma anche un altro rigore sbagliato: sui penalty non avrà certamente la stessa freddezza di Perotti, che ne ha fatti 6 su 6, ma rimane pur sempre il giocatore che in Serie A calcia di più in porta e che centra più volte lo specchio; e le reti alla fine arrivano sempre. Insomma Dzeko è questo, nel bene e nel male.

Salah: Le fatiche della Coppa d’Africa si sono fatte sentire poco o niente: sguscia via tra i difensori avversari che è un piacere, mandando spesso fuori tempo i centrali di Nicola con i suoi scatti repentini, da uno dei quali scaturisce l’assist per il gol di Dzeko.

Strootman: Il motore del gioco della Roma. Detta i tempi alla grande a metà campo, poi si inventa una serie di verticalizzazioni che aprono come una scatola la chiusissima difesa calabrese; pericolosi anche molti suoi cross: difficilmente delude.

Fazio: Prosegue la striscia di prestazioni positive del centrale argentino. Anche oggi una prova attenta e coraggiosa, come i suoi anticipi, con cui si prende anche qualche rischio riuscendo però ad avere la meglio, e le sue uscite palla al piede dal centro della difesa per far ripartire la manovra. Un po’ di sfortuna poi gli nega la gioia del gol, con un palo preso sull’ennesimo colpo di testa da corner.

PEGGIORI ROMA

Nessun giocatore della Roma sotto la sufficienza.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it