Il caffè è un alleato fondamentale per la salute dell’uomo ma solo se preso nelle quantità giuste. Un recente studio dell’IRCCS Neuromed di Pozzilli – Isernia (Molise) ha dimostrato infatti che la caffeina è in grado di contrastare il cancro alla prostata. Stando ai risultati basterebbero tre tazzine al giorno per ottenere l’effetto sperato.  Lo studio è stato pubblicato sull’International Journal of Cancer.

Per la ricerca è stato analizzato il consumo di caffé da parte di circa 7000 uomini residenti in Molise, per un periodo lungo 4 anni. I dati finali hanno dimostrato che chi aveva consumato tre tazzine di caffè al giorno aveva il 53% di possibilità in meno di ammalarsi di tumore alla prostata.

“Abbiamo sperimentato l’azione di estratti di caffè su cellule tumorali prostatiche coltivate in laboratorio- ha riferito George Pounis, ricercatore dell’Istituto neurologico – Sono stati testati, in particolare, estratti sia contenenti caffeina che decaffeinati. I primi, a differenza dei secondi, hanno mostrato la capacità di ridurre in modo significativo la proliferazione e la metastatizzazione delle cellule cancerose”.