Aggiornato alle: 13:06

Delirio Blues! Chelsea campione d’Inghilterra | Antonio Conte è il nuovo re della Premier League

di Andrea Zito

» Sport » Delirio Blues! Chelsea campione d’Inghilterra | Antonio Conte è il nuovo re della Premier League

Delirio Blues! Chelsea campione d’Inghilterra | Antonio Conte è il nuovo re della Premier League

| venerdì 12 Maggio 2017 - 22:52
Delirio Blues! Chelsea campione d’Inghilterra | Antonio Conte è il nuovo re della Premier League

Il Chelsea è campione d’Inghilterra, per la sesta volta nella sua storia (la quinta dal 2005 ad oggi). Un trionfo arrivato con due giornate d’anticipo (grazie alla rocambolesca vittoria sul campo del West Bromwich Albion) e targato soprattutto Antonio Conte, secondo tecnico italiano a vincere il titolo con i Blues (dopo Carlo Ancelotti) e successore di Claudio Ranieri al titolo di re della Premier League, dopo la favola Leicester.

>SEGNA BATSHUAYI! IL CHELSEA É CAMPIONE!

Un successo che vale il ritorno in Champions League del club di Roman Abramovich, che ha puntato tutto sull’ex CT della nazionale (alla prima esperienza in Premier), resistendo alla tentazione di un prematuro esonero dopo il doppio ko con Liverpool e Arsenal, per poi godersi una fantastica striscia di 13 vittorie consecutive (record della Premier League in una singola stagione), interrotta solo dai rivali del Tottenham ma che ha lanciato i blues in una lunga cavalcata verso il titolo.

Di minuto in minuto si allunga la lista dei complimenti per una squadra (tutt’altro che rinforzata in estate – eccezion fatta per la sostanza di N’golo Kante e la corsa di Marcos Alonso) composta da tanti giocatori di talento ma al primo vero successo della carriera con questa maglia: da Diego Costa (bomber rivitalizzato) ad Hazard (campione dal talento spesso inespresso), da Fabregas a Pedro (a inizio stagione rincalzi; ora certezze del Chelsea), da Courtois (talento della porta) a Cahill (erede – forse suo malgrado – di un pilastro come John Terry).

Gli elogi però sono soprattuto per lui, per Antonio Conte, che ha saputo adattare il suo stile da “sergente di ferro” al calcio inglese, entrando da subito in empatia con i giocatori ed il pubblico (gestendo al meglio anche le polemiche a mezzo stampa – su tutte quella con Mourinho – e le voci sul suo futuro), riuscendo per l’ennesima volta in carriera a vincere da “debuttante”: promozione in Serie A al primo anno a Siena e a Bari, scudetto al primo anno di Juventus (poi replicato per 2 volte) e ora la Premier League al primo anno sulla panchina del Chelsea.

>CONTE E ANCELOTTI: L’ITALIA CHE VINCE

Ma una menzione va’ necessariamente al capitano, John Terry, ormai prossimo all’addio ai Blues dopo quasi 500 partite (capitano dal 2005, la prima era Mourinho) e già omaggiato da Conte nel finale di Chelsea – Middlesbrough. Nonostante una stagione vissuta praticamente ai margini del progetto tecnico di Conte, arriva l’ennesimo successo di 17 straordinari anni in maglia Chelsea (5 Premier League, 5 FA Cup, 3 coppe di lega, 2 Comunity Shield, 1 Europa League e soprattutto la Champions League 2012-13).

Tutti si chiedono (visto anche il ritiro di Terry) se questo trionfo del Chelsea, sia non l’inizio ma la fine di un ciclo storico dei blues e se questo possa spingere Conte a cercare nuove sfide. Stanotte vi è solo una certezza: Conte ha trionfato ancora (4 campionati vinti negli ultimi 4 disputati), da condottiero azzurro a Re d’Inghilterra.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820