Aggiornato alle: 01:11

Reddito di cittadinanza, stretta sugli stranieri: serve il timbro del Consolato

di Redazione

» Cronaca » Reddito di cittadinanza, stretta sugli stranieri: serve il timbro del Consolato

Reddito di cittadinanza, stretta sugli stranieri: serve il timbro del Consolato

| mercoledì 20 Febbraio 2019 - 11:48
Reddito di cittadinanza, stretta sugli stranieri: serve il timbro del Consolato

I cittadini extracomunitari in Italia dovranno affrontare un percorso più complesso per ottenere il reddito di cittadinanza. La commissione Lavoro del Senato ha approvato un emendamento della Lega al Decretone che vincola l’accesso alla presentazione di “certificazione” di reddito e patrimonio e del nucleo familiare rilasciata dallo Stato di provenienza, “tradotta” in italiano e “legalizzata dall’Autorità consolare italiana“.

I rifugiati politici e coloro che provengono da Paesi dai quali non è possibile ottenere la certificazione sono esentati. Il ministero del Lavoro ha tre mesi per stilare la lista di questi Paesi.

Reddito di cittadinanza, nuovi emendamenti

Un emendamento M5s, approvato dalla commissione Lavoro del Senato, prevede che in caso di dimissioni volontarie sia escluso dal reddito di cittadinanza il solo componente del nucleo che si è dimesso e non l’intera famiglia. Si corregge così una norma contenuta nel Decretone, secondo la quale, in caso di dimissioni volontarie, veniva escluso dal reddito di cittadinanza per 12 mesi tutto il nucleo familiare.

Leggi anche: Decretone Sergio Mattarella ha firmato: via libera a reddito di cittadinanza e quota 100

Nella giornata di ieri era arrivata la stretta contro i “furbetti” del divorzio. La commissione Lavoro del Senato, infatti, ha approvato l’emendamento della Lega secondo il quale, qualora la separazione o il divorzio sia avvenuto dopo il primo settembre 2018, gli ex coniugi che facciano domanda di reddito di cittadinanza devono certificare di non risiedere più nella stessa casa con “apposito verbale della polizia municipale”.

Leggi anche: Al via il reddito di cittadinanza, cosa serve per ottenerlo

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it