Aggiornato alle: 20:09

Cesare Battisti: “Sono stato consegnato per l’estradizione”

di Redazione

» Cronaca » Cesare Battisti: “Sono stato consegnato per l’estradizione”

Cesare Battisti: “Sono stato consegnato per l’estradizione”

| venerdì 15 Marzo 2019 - 13:09
Cesare Battisti: “Sono stato consegnato per l’estradizione”

Cesare Battisti, interrogato ieri nel carcere di Oristano, ha raccontato la sua “consegna“. “Mi stavo imbarcando su un aereo brasiliano” ha detto, ma poi sono arrivati i poliziotti italiani che lo hanno riportato in Italia.

Cesare Battisti: “Sono stato consegnato per l’estradizione”

Secondo quanto riferito al magistrato di Sorveglianza di Cagliari, in vista dell’incidente di esecuzione davanti alla Corte di Assise di Appello di Milano, Battisti si stava imbarcando, dopo l’arresto in Bolivia, salendo “la scaletta” di un aereo “della polizia federale brasiliana”, dopo essere stato preso in carico da “sette agenti” brasiliani, ma poi “c’è stato un conciliabolo” tra loro e gli agenti boliviani così alla fine l’aereo brasiliano è ripartito “senza di me”. A quel punto sono arrivati i poliziotti italiani che lo hanno riportato in Italia.

“Le modalità riferite dal detenuto – ha spiegato l’avvocato Davide Steccanella – trasferito praticamente sulla pista di decollo dell’aeroporto da un aereo brasiliano ad uno italiano, confermano che si è trattato di una mera consegna diretta alla polizia italiana di soggetto estradato dal Brasile”. Da qui la richiesta di 30 anni invece dell’ergastolo.

Inoltre, Cesare Battisti ha raccontato di essersi “recato in Bolivia nel dicembre 2018 per incontrare dei colleghi per il progetto di un libro”. In Bolivia “mi sono trattenuto per Natale e Capodanno e sono stato arrestato il 12 gennaio”, ha precisato.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it