Brexit, la Camera dei Comuni boccia i “piani B”: niente uscita soft

di Redazione

» Cronaca » Brexit, la Camera dei Comuni boccia i “piani B”: niente uscita soft

Brexit, la Camera dei Comuni boccia i “piani B”: niente uscita soft

| martedì 02 Aprile 2019 - 07:25
Brexit, la Camera dei Comuni boccia i “piani B”: niente uscita soft

La cosiddetta “hard Brexit” è ormai quasi inevitabile. La Camera dei Comuni boccia i “piani B” all’accordo di Theresa May. “No”quindi alla possibilità di un secondo referendum o di uno stop alla Brexit per evitare il temutissimo “no deal”.

Brexit, la Camera dei Comuni boccia i “piani B”

E sebbene il ministro della Brexit, Stephen Barclay, abbia rilanciato l’ipotesi di un quarto voto sull’accordo, la strada segna ormai tracciata. “Ai Comuni – ha commentato Mark Francois, vicepresidente dell’European Research Group (Erg), la corrente degli euroscettici Tory più radicali – ha avuto luogo un tentativo di golpe contro la Brexit, che ha coinvolto anche esponenti di spicco del governo, ma che i deputati della base (backbenchers) hanno sventato. Il golpe è fallito”. “Il risultato è che ora siamo sulla strada per uscire dall’Ue tra 11 giorni, nel rispetto della volontà dei 17,4 milioni di elettori che al referendum del 2016 hanno votato Leave”.

“La Camera dei Comuni ha di nuovo votato contro tutte le opzioni. Una hard Brexit diventa quasi inevitabile. Mercoledì il Regno Unito avrà l’ultima possibilità di rompere lo stallo o di affrontare l’abisso”, scrive intanto su Twitter il coordinatore del Parlamento europeo sulla Brexit, Guy Verhofstadt.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820