Aggiornato alle: 17:39

Notre Dame brucia ma la struttura è salva: i soccorsi al secondo allarme

di Redazione

» Cronaca » Notre Dame brucia ma la struttura è salva: i soccorsi al secondo allarme

Notre Dame brucia ma la struttura è salva: i soccorsi al secondo allarme

| lunedì 15 Aprile 2019 - 19:35
Notre Dame brucia ma la struttura è salva: i soccorsi al secondo allarme

L’incendio nella cattedrale di Notre Dame a Parigi è stato domato. Le immagini del rogo sono state immediatamente condivise sui social da migliaia di utenti. Poco prima delle 20 la guglia è crollata, a seguire anche il tetto. Macron si è recato sul posto, annullando il discorso previsto alle 20 a reti unificate per discutere del movimento dei ‘gilet gialli’.

procuratore di Parigi Rémy Heitz ha spiegato che “c’è stata una prima allerta alle ore 18:20, seguita da un sopralluogo per sedare i dubbi”, durante il quale però non è stato riscontrato nulla di anomalo. Heitz ha aggiunto che c’è stata poi una “seconda allerta alle 18:43. A quel punto, il fuoco è stato riscontrato al livello della struttura. Nel frattempo – ha concluso – la chiesa era stata evacuata perché una messa era cominciata poco prima”. “Nulla indica un atto doloso“, ha spiegato il procuratore di Parigi tornando a privilegiare l’ipotesi dell’incidente.

COSA RESTA DELLA CATTEDRALE

I video degli utenti su Twitter

I lavori di restauro a Notre Dame

Come riporta ‘Il Fatto Quotidiano’, un denso fumo nero si è alzato dal centro di Parigi ed è visibile in gran parte della città. Secondo le prime indicazioni, l’incendio si sarebbe sviluppato da un’impalcatura presente sul posto per i lavori di restauro.  

L’area della chiesa è stata evacuata e intorno i pompieri hanno istituito un ampio perimetro di sicurezza. Secondo la stessa emittente sono state dispiegate quattro scale molto alte e due elevatori a braccio. In totale vi sono oltre 400 pompieri in azione.

LE IMMAGINI CHOC DELL’INCENDIO

Esclusa la possibilità di utilizzare i canadair per intervenire dall’alto: il forte getto d’acqua avrebbe infatti infranto le vetrate e distrutto il famoso rosone sulla facciata. La Protezione Civile francese ha dichiarato che un getto d’acqua così potente avrebbe potuto causare il crollo delle travi già compromesse.

LA STORIA DI NOTRE DAME TRA REALTA’ E LEGGENDA

L’incendio avviene nel primo giorno delle celebrazioni della Settimana Santa che portano a Pasqua. La cattedrale, nel cuore della capitale francese, è una delle costruzioni gotiche più famose del mondo. Fu costruita dall’anno 1163 al 1344.

I messaggi delle istituzioni

Il primo cittadino di Parigi Anne Hidalgo informa gli utenti sui social: “Un terribile incendio è in corso alla Cattedrale di Notre-Dame di Parigi. I pompieri stanno cercando di controllare le fiamme. Siamo mobilitati in loco in stretta connessione con la Diocesi di Parigi. Invito tutti e ciascuno a rispettare il perimetro della sicurezza”.

“Brucia una parte di noi”. Il presidente francese Emmanuel Macron si esprime così, su Twitter, mentre la cattedrale di Notre Dame è devastata da un enorme incendio. “Notre-Dame in fiamme. Emozione di un’intera nazione. Un pensiero per tutti i cattolici e per tutti i francesi. Come tutti i nostri compatrioti, sono triste stasera nel vedere questa parte di noi che brucia”, scrive Macron.

Anche la cancelliera Angela Merkel piange la cattedrale Notre Dame, avvolta dalle fiamme. “Notre Dame e’ un simbolo della Francia e della nostra cultura europea”, afferma la cancelliera tedesca.

“È un dramma”. Sono le parole dell’arcivescovo di Parigi, Michel Aupetit, mentre la cattedrale di Notre Dame viene distrutta da un enorme incendio. La diocesi, come riferisce Le Parisien, al momento non rilascia altre dichiarazioni ufficiali.

“Terrificante incendio alla cattedrale di #NotreDame, crollata la guglia. Un pensiero e un abbraccio al popolo di Parigi. Dall’Italia tutta la nostra vicinanza e tutto l’aiuto che potremo dare”. Lo scrive in un tweet il ministro dell’Interno e vicepremier, Matteo Salvini.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it