Aggiornato alle: 19:45

Arrestato a Malta il latitante di ‘Ndrangheta Antonio Ricci

di Redazione

» Cronaca » Arrestato a Malta il latitante di ‘Ndrangheta Antonio Ricci

Arrestato a Malta il latitante di ‘Ndrangheta Antonio Ricci

| lunedì 22 Aprile 2019 - 13:07
Arrestato a Malta il latitante di ‘Ndrangheta Antonio Ricci

Le forze dell’ordine hanno arrestato il latitante Antonio Ricci a Malta. L’accusa per l’uomo è di avere collegamenti diretti con la ‘Ndrangheta. Ancora una volta il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, esprime il suo ringraziamento.

”Grazie ai nostri investigatori e alle nostre Forze dell’Ordine, che non hanno mai mollato, e grazie alle autorità maltesi – dice il ministro dell’Interno, Matteo Salvini -. Nessuna tregua ai criminali e ai latitanti, in Italia e all’estero”.

Ricci era sfuggito a un maxi blitz a novembre 2018 nell’ambito dell’operazione ‘Galassia’, tra Calabria, Sicilia e Puglia. Condotta dalla Guardia di Finanza e coordinata dalla Dda di Reggio Calabria, quell’operazione aveva smantellato una rete di affari sulle scommesse clandestine.

I provvedimenti di fermo in Calabria avevano coinvolto 68 persone in totale. Ricci era tra i destinatari. Le accuse erano di associazione mafiosa, abusivo esercizio dei giochi e delle scommesse, omessa dichiarazione di ricavi, truffa aggravata ai danni dello Stato per oltre 60 milioni di euro.

L’indagine aveva permesso di sequestrare i profitti dell’organizzazione criminale, oltre a quello di 23 società estere, 15 società italiane operanti nel settore dei giochi e delle scommesse, 24 immobili, 7 automezzi, 33 siti nazionali e internazionali di ‘gambling on line’ e innumerevoli quote societarie e conti correnti nazionali ed esteri, per un valore complessivo corrispondente ad oltre 723 milioni di euro.

Il maxi blitz ha impegnato oltre duecento militari della Guardia di Finanza di Reggio Calabria (800 in tutta Italia), personale del Centro operativo della Direzione investigativa antimafia dello Stretto, così come del Servizio centrale investigazione criminalità organizzata e del Nucleo speciale tutela privacy e frodi tecnologiche delle Fiamme Gialle di Roma. Il tutto coordinato dalla Direzione nazionale antimafia della capitale e dalla Dda del capoluogo calabrese, guidata dal procuratore Giovanni Bombardieri.

 

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it