Aggiornato alle: 14:05

Caso Botteri, Striscia la notizia replica alle polemiche e svela l’ipocrisia dei benpensanti

di Stanislao Lauricina

» TV » Caso Botteri, Striscia la notizia replica alle polemiche e svela l’ipocrisia dei benpensanti

Caso Botteri, Striscia la notizia replica alle polemiche e svela l’ipocrisia dei benpensanti

| martedì 05 Maggio 2020 - 15:21
Caso Botteri, Striscia la notizia replica alle polemiche e svela l’ipocrisia dei benpensanti

Non poteva mancare la replica di Striscia la Notizia alle polemiche che hanno inondato i giornali, i siti di informazione e, di riflesso, i social, dopo il servizio in cui il tg satirico di Canale 5 citava i tanti commenti che in rete prendevano in giro la corrispondente della Rai da Pechino, Giovanna Botteri, sui suoi maglioni sempre uguali e sui suoi capelli. La giornalista aveva risposto sostenendo che l’importante è il suo lavoro, quello che racconta, non il suo aspetto.

Le accuse contro Striscia la notizia

In molti hanno accusato Striscia e Michelle Hunziker, che aveva prestato la sua voce al servizio sulla Botteri, di body shaming. La conduttrice svizzera è stata pesantemente insultata, come ha rivelato lei stessa nella puntata di ieri, nel corso della quale è stato anche ricordato come, al rientro da quel servizio, Gerry Scotti avesse fatto alla giornalista i complimenti per il suo lavoro, invitandola a non dar peso alle ironie via social. La stessa Hunziker ha poi rivolto un appello alla Botteri, spiegando che il servizio fosse dalla sua parte e contro gli hater.

Quando a ironizzare sulla Botteri erano Crozza e Giulietto Chiesa

Ma Striscia è andata oltre, per difendersi dalle accuse di giornalisti, intellettuali, l’Usigrai, il sindatato dei giornalisti della tv di Stato, persino esponenti politici e comuni telespettatori, ricordando come già in passato la Botteri fosse stata oggetto di ironie, parodie e commenti caustici di altri comici e giornalisti, come Maurizio Crozza e Luciana Littizzetto, ma anche di giornalisti come Giulietto Chiesa, senza che alcuno muovesse obiezioni o proteste né, tanto meno, accuse di body shaming.
In un servizio curato da Valerio Staffelli, è andata in onda una sequenza di parodie e commenti ironici su emittenti tv nei confronti della Botteri, con la caricatura di Maurizio Crozza, sia sull’aspetto della giornalista che sui contenuti dei suoi servizi, ma anche sui commenti di Giulietto Chiesa, senza che mai alcuno protestasse o prendesse posizione.

Le battute della Littizzetto e la memoria corta di Fabio Fazio

Quindi, è stato riproposto un commento di Luciana Littizzetto dello scorso 8 marzo, il giorno della festa della donna, che, nella trasmissione Che tempo che fa ironizza proprio sui capelli della Botteri. Anche in quel caso, nessuno ebbe da ridire. Anzi, domenica scorsa, Fabio Fazio collegandosi con la giornalista si è sperticato in elogi nei suoi confronti, dimenticando, evidentemente, le battute della comica torinese.

 

Insomma, un contrattacco in pieno stile Striscia la notizia, che smaschera le ipocrisie dei benpensanti, degli indignati a giorni alterni o, se preferite, a senso unico. Un “caso” nato dal nulla e che è montato quasi per una sorta di passaparola e che conferma che la gravità di dichiarazioni o atti non è data tanto dalla loro natura, ma da chi li compie.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820