Coronavirus, oltre 19mila casi e 151 nuovi morti

di Redazione

» Cronaca » Coronavirus, oltre 19mila casi e 151 nuovi morti

Coronavirus, oltre 19mila casi e 151 nuovi morti

| venerdì 23 Ottobre 2020 - 18:16
Coronavirus, oltre 19mila casi e 151 nuovi morti

Sono 19.644 nuovi casi di coronavirus in Italia. Lo rende noto il ministero della Salute. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 151 morti, che portano il totale a 37.210 dall’inizio dell’emergenza. Da ieri sono stati eseguiti 177.669 tamponi. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 1.128, con un incremento di 79 unità.

La situazione in Lombardia

“Una situazione che, con il passare delle ore, si fa sempre più complicata e che ci porta a elevare ulteriormente il nostro livello di guardia. I dati odierni dicono che la linea epidemiologica sta salendo: oggi sono quasi 5.000 i nuovi positivi e circa 350 i nuovi ricoveri tra terapia intensiva e non. Numeri che dimostrano che il virus ha ripreso a circolare in maniera molto violenta”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, al termine di una call con tutti i sindaci dei capoluogo di provincia della Lombardia.

La situazione in Campania

“In Campania oggi abbiamo 2.280 positivi su 15.800 tamponi. Abbiamo cioè il 14,5% di contagi rispetto al 12,8% di ieri”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, nel corso di una diretta Facebook con la quale ha fatto il punto sulla situazione coronavirus in regione.

La situazione nel Lazio

“Oggi nel Lazio, con oltre 22mila tamponi, si registrano 1.389 casi positivi, sono 11 i decessi e 88 i guariti (superata soglia 10mila guariti). Il rapporto tra i tamponi e i positivi è al 6%. Nelle province si registrano 491 casi e tre i decessi nelle ultime 24 ore. Sta andando molto bene il servizio di prenotazione online nei drive di Togliatti, Forlanini, Santa Maria della Pietà e Santa Lucia, la situazione più fluida”. Lo sottolinea l’assessore alla Sanità e l’Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato, in una nota al termine dell’odierna videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali di Asl e aziende ospedaliere, policlinici universitari e ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

“In queste ore c’è uno sforzo enorme di tutto il sistema per attivare rapidamente tutti posti letto previsti dalla nuova ordinanza. Questa è la priorità dei prossimi giorni” dice D’Amato.

“Nella Asl Roma 1 sono 183 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano quattro decessi di persone di 72, 77, 83 e 99 anni con patologie. Nella Asl Roma 2 sono 244 i casi nelle ultime 24 ore, di cui 148 con link familiare o contatto di un caso già noto e novantasei individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano due decessi di 68 e 89 anni con patologie – prosegue D’Amato – Nella Asl Roma 3 sono 178 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi con link familiare o contatto di un caso già noto. Nella Asl Roma 4 sono 61 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di trentaquattro casi con link familiare o contatto di un caso già noto, tredici i casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale e un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione. Si registra un decesso in una persona di 80 anni con patologie”.

“Nella Asl Roma 5 sono 108 i casi nelle ultime 24 ore: settanta con link familiare o contatto di un caso già noto e uno individuato in fase di pre-ospedalizzazione – continua – Un caso con link al cluster del corriere Bartolini dove è in corso l’indagine epidemiologica. Si registra un decesso di 77 anni con patologie. Nella Asl Roma 6 sono 124 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di trenta casi con link familiare o contatto di un caso già noto e un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione.

“Nella Asl di Latina sono centoventisei i nuovi casi e si tratta di ventotto casi con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di una persona 82 anni con patologie – precisa l’assessore alla Sanità – Nella Asl di Frosinone si registrano centoquarantaquattro nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio e quattro i casi con link alla Comunità In Dialogo di Trivigliano dove è in corso l’indagine epidemiologica. Nella Asl di Viterbo si registrano centosessantasette nuovi casi e si tratta di cinquantasette casi con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di un paziente 91 anni con patologie”.

“Nella Asl di Rieti si registrano cinquantaquattro nuovi casi e si tratta di casi con link familiare o contatto di un caso già noto e due i casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione. Si registra un decesso di un soggetto di 84 anni con patologie”, conclude D’Amato.

La situazione in Piemonte

Superano i 20mila casi  i nuovi positivi al coronavirus in Piemonte. Nove invece i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 1 verificatosi oggi. Il totale è di 4236 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 694 Alessandria, 258 Asti, 220 Biella, 405 Cuneo, 396 Novara, 1859 Torino, 230 Vercelli, 133 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 41 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

I casi di persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte sono 51.700 (+ 2032 rispetto a ieri) di cui 1036 (51%) sono asintomatici. Dei 2032 casi, 628 sono di screening, 817 contatti di caso, 587 con indagine in corso, 293 tra Rsa e Strutture Socio-Assistenziali, 273 in ambito scolastico, 1466 tra la popolazione generale e 6 importati.

La suddivisione complessiva su base provinciale rileva 5435 Alessandria, 2671 Asti, 1655 Biella, 6037 Cuneo, 4616 Novara, 26.869 Torino, 2060 Vercelli, 1528 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 386 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 443 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I ricoverati in terapia intensiva sono 84(+5 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 1362(+136 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 15.016. I tamponi diagnostici finora processati sono 919.629 (+ 12665),di cui 495.464 risultati  negativi.

L’Unita’ di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti sono 29.815 (+ 107 rispetto a ieri), 3630 (+12) Alessandria, 1673(+3) Asti, 934 (+1) Biella, 3010 (+28) Cuneo, 2837 (+33) Novara, 15.039 (+20) Torino, 1425 (+3) Vercelli, 1057 (+7) Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 210 (+0) provenienti da altre regioni. Altri 1187sono ‘in via di guarigione’.

La suddivisione complessiva su base provinciale rileva 5435 Alessandria, 2671 Asti, 1655 Biella, 6037 Cuneo, 4616 Novara, 26.869 Torino, 2060 Vercelli, 1528 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 386 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 443 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I ricoverati in terapia intensiva sono 84(+5 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 1362(+136 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 15.016. I tamponi diagnostici finora processati sono 919.629 (+ 12665),di cui 495.464 risultati  negativi.

L’Unita’ di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti sono 29.815 (+ 107 rispetto a ieri), 3630 (+12) Alessandria, 1673(+3) Asti, 934 (+1) Biella, 3010 (+28) Cuneo, 2837 (+33) Novara, 15.039 (+20) Torino, 1425 (+3) Vercelli, 1057 (+7) Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 210 (+0) provenienti da altre regioni. Altri 1187sono ‘in via di guarigione’.

 

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820