Aggiornato alle: 11:05

Zamparini, mi fido di te. Ma quanto sei disposto a spendere?

di Redazione

» Sport » Zamparini, mi fido di te. Ma quanto sei disposto a spendere?

Zamparini, mi fido di te. Ma quanto sei disposto a spendere?

| giovedì 13 Dicembre 2012 - 14:10

zamparini-ziopaperone

PALERMO, 13 DICEMBRE – Quanto è disposto a spendere Maurizio Zamparini per centrare l’obiettivo salvezza? A 20 giorni dall’apertura del calciomercato, con il Palermo che si sta muovendo per rinforzarsi in vista di un girone di ritorno quanto mai delicato, la domanda che ci si pone è quanto il patron rosanero voglia investire su un mercato sempre difficile come quello di riparazione, dove nessuno fa mai sconti ed è difficile fare affari senza mettere mano al portafogli.

 

Il tecnico Gian Piero Gasperini ha bisogno di rinforzi in tutti i reparti e l’amministratore delegato Pietro lo Monaco dovrà quindi districarsi tra prestiti, comproprietà e acquisti per tentare di centrare gli obiettivi di mercato senza creare un considerevole buco in bilancio. Proviamo a fare i conti in tasca alla società per vedere quali possono essere le spese da effettuare per ogni reparto.

 

Per l’attacco, orfano di Abel Hernandez, il nome caldo è quello di John Guidetti. La punta svedese, di chiare origini italiane, è attualmente in forza al Manchester City di Roberto Mancini ma, anche a causa di un lungo infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi di gioco, non ha mai indossato la maglia dei Citizen in una partita ufficiale. 20 anni, alto 185 centimetri, Guidetti lo scorso anno ha realizzato 20 gol in 23 presenze con la maglia del Feyenoord in Eredivise. Sul giocatore c’è anche il Sunderland, che vorrebbe ingaggiarlo in prestito, ma l’amministratore delegato del Palermo, Pietro Lo Monaco, avrebbe già avuto dei colloqui con i dirigenti del Manchester City per portare in Sicilia il promettente centravanti, inserito nel 2012 nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1991 dalla rivista spagnola Don Balón. Si sta ancora discutendo su una formula di trasferimento che accontenterebbe entrambe le parti, con il City propenso per il prestito e i rosanero che punterebbero alla comproprietà. Ma i bookmakers non sono convinti del passaggio in rosanero dello svedese e quotano l’ingaggio di Guidetti da parte del Palermo a 3.00, mentre l’approdo al Sunderland è dato a 2.30 e la conferma al City a 2.75. L’alternativa in attacco resta Ciro Immobile del Genoa. Immobile è in comproprietà tra i liguri e la Juventus. John Guidetti è valutato circa 7 milioni di euro, mentre Immobile ha una valutazione di 6,5 milioni. Se i rosanero puntano alla comproprietà di uno dei giocatori la spesa si aggirerebbe intorno ai 3/3,5 milioni di euro per il reparto offensivo.

 

In difesa serve un giocatore che possa giocare da centrale e, in alternativa, sulla fascia sinistra, visto il lungo infortunio di Mantovani. L’obiettivo numero uno resta Salvatore Aronica del Napoli, che porterebbe esperienza al reparto arretrato. Potrebbero ritornare con la formula del prestito Cesare Bovo, che rientrerebbe volentieri al Palermo dopo la non proprio fortunata esperienza al Genoa, e Mattia Cassani, che con Montella non riesce più ad avere spazio alla Fiorentina. Il nome nuovo è quello di Paolo De Ceglie della Juventus, finora utilizzato con il contagocce dal tecnico Antonio Conte. Aronica è in scadenza, mentre Lo Monaco potrebbe puntare a prestiti con diritto di riscatto (nel caso di De Ceglie della comproprietà), in modo da limitare le spese nell’immediato. Per il reparto arretrato consideriamo una spesa di circa 2-3 milioni di euro compreso il costo dei prestiti onerosi.

 

Resta il capitolo portiere. Ujkani non convince, serve un giocatore che possa dare serenità all’intera difesa. Lo Monaco vorrebbe portare in rosa Juan Pablo Carrizo della Lazio, ma resta in piedi la pista Stefano Sorrentino del Chievo, vecchio pallino di Zamparini. Anche in questo caso c’è da considerare una spesa tra i 2 (per Carrizo) e i 3 milioni di euro, anche se bisogna tenere in considerazione che la società dovrebbe privarsi di almeno uno tra Ujkani e Benussi, rientrando parzialmente dalle spese.

 

Fondamentale diventa l’acquisizione di un uomo centrocampo in grado di garantire quella qualità che non sempre è emersa nella fase di costruzione. Indipendentemente dalla scelta che opererà Lo Monaco – sia in Italia che all’estero – oggi un giocatore con tali caratteristiche non può essere quotato meno di 5 milioni per la proprietà definitiva.
In uscita c’è da registrare l’interesse del Genoa per il terzino Pisano, per sostituire l’infortunato Ferronetti, mentre Zamparini ha smentito la partenza di Michel Morganella in direzione Napoli.

A conti fatti, quindi, per rinforzare la squadra servirebbero quasi 15 milioni di euro senza considerare l’aggravio degli ingaggi. In tempo di austerity si tratta di un passo importante che, fra l’altro, rinnega le linee imposte da Zamparini in estate. Ma oggi deve agire più il presidente – tifoso piuttosto che quello amministratore.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it