Milan – Juventus, le pagelle: Balotelli redivivo, ma Buffon è miracoloso. Honda disperso, Morata straripante

di Redazione

» Sport » Milan – Juventus, le pagelle: Balotelli redivivo, ma Buffon è miracoloso. Honda disperso, Morata straripante

Milan – Juventus, le pagelle: Balotelli redivivo, ma Buffon è miracoloso. Honda disperso, Morata straripante

| sabato 09 Aprile 2016 - 22:45
Milan – Juventus, le pagelle: Balotelli redivivo, ma Buffon è miracoloso. Honda disperso, Morata straripante

Ecco le pagelle del match della 32esima giornata di Serie A tra Milan e Juventus (clicca qui per leggere la cronaca).

MILAN: Donnarumma 6.5; Abate 6, Alex 7, Romagnoli 5.5, Antonelli 6; Honda 5 (28′ s.t. Luiz Adriano), Montolivo 6, Kucka 6.5, Bonaventura 6; Balotelli 6.5 (32′ s.t. Boateng 6), Bacca 5.5. All.: Mihajlovic.

I MIGLIORI DEL MILAN

Alex: Nelle grandi serate lui c’è sempre. Ancora una volta trova il gol con un poderoso colpo di testa da centro area (lasciato colpevolemente solo dalla difesa) e in difesa cerca di contenere come può la velocità straripante di Morata.

Balotelli: Supermario risponde alle critiche giocando una partita di sostanza nel primo tempo e superlativo nel secondo. Esegue cross pericolosi dalla fascia e si procura diverse grandi occasioni, su punizione e in area (salvate entrambe da un prodigioso Buffon). Si segnala anche per un buon apporto in pressing.

I PEGGIORI DEL MILAN

Romagnoli: Partita di sofferenza per il giovane difensore azzurro, spesso in difficoltà sulle percussioni di Morata e nel tamponare la fisicità di Mandzukic (lasciato libero sul gol per un errore in anticipo).

Bacca: Non un gran serata per l’attaccante colombiano: Una sola grade occasione in area e persino una presunta simulazione (graziata dall’arbitro Orsato). Al contrario di Balotelli, fatica ad incidere anche nel pressing sui centrali bianconeri.

Honda: Si vede pochissimo sia in fase di spinta che in fase difensiva, gravando la linea difensiva di contenere dei Morata e Mandzukic in grande serata. Se Bonaventura almeno si propone in ripartenza, lui non fa nemmeno quello.

——-

JUVENTUS: Buffon 8; Barzagli 6.5, Bonucci 6, Rugani 6; Alex Sandro 6, Asamoah 6 (40′ s.t. Evra), Marchisio 6.5, Pogba 7, Lichsteiner 5.5 (36′ s.t. Cuadrado); Mandzukic 7, Morata 7 (22′ s.t. Zaza). All.: Allegri.

I MIGLIORI DELLA JUVENTUS

Buffon: La sfida a distanza con Donnarumma sembra esaltarlo. Prodigioso sulla punizione di Balotelli (respinta sulla linea) e sul tiro ravvicinato di Balotelli nel secondo tempo. Difesa condotta con il suo proverbiale carisma. Suo anche il lancio lungo che innesca il gol del pari di Mandzukic.

Morata: Lo spagnolo dimostra una condizione di forma invidiabile, evidenziata dalle sue progressioni anche da centrocampo a prendere d’infilata i centrali rossoneri. Suo l’assist per Mario Mandzukic.

Marchisio: La sua posizione a centrocampo è un rebus per la difesa del Milan. Sempre pronto a lasciare vuoto lo spazio al centro e soprendere il Milan con inserimenti, cercando spesso la conclusione. Tanti i contrasti vinti e i palloni gestiti con personalità.

Pogba: Alla lunga vince il duello con Kucka (poi crollato sul piano fisico), uscendo lentamente alla distanza gestendo il centrocampo con grande personalità. Splendida la punizione che si stampa sul palo. Suo il gol decisivo, fortunato ma decisivo.

I PEGGIORI DELLA JUVENTUS

Lichsteiner: Grande supporto per la punte dalla fascia destra, ma poca concretezza negli ultimi metri; rispetto ad Alex Sandro viene saltato in un paio di occasioni dai centrocampisti del Milan. Cresce nella ripresa.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820