Rio 2016, 19 agosto: Setterosa d’argento | Italvolley da leggenda, peccato per Palmisano

di Redazione

» Olimpiadi Rio 2016 » Rio 2016, 19 agosto: Setterosa d’argento | Italvolley da leggenda, peccato per Palmisano

Rio 2016, 19 agosto: Setterosa d’argento | Italvolley da leggenda, peccato per Palmisano

| venerdì 19 Agosto 2016 - 06:45
Rio 2016, 19 agosto: Setterosa d’argento | Italvolley da leggenda, peccato per Palmisano

Una vittoria ed una sconfitta. Una finale conquistata, una finale persa. Dopo una mattina che ha visto Daniele Lupo (novello portabandiera) e Poalo Nicolai ottenere l’argento nel beach volley, è questo il bilancio di 3 ore e mezza di passione per lo sport italiano, che ha sofferto e gioito per la pallavolo maschile e ha accettato il verdetto della pallanuoto femminile in un duplice confronto contro gli Stati Uniti D’America

L’Italvolley maschile soffre, ma confeziona una rimonta leggendaria e 12 anni dopo Atene centra la finale olimpica, battendo gli Stati Uniti, che non riesco più a sfatare il tabù azzurro (eliminazione ai quarti a Londra) e il tabù Zaytsev, autore per la seconda volta in carriera di una roboante serie di ace al servizio contro gli statunitensi.

Il Setterosa, invece, deve inchinarsi allo strapotere delle campionesse del mondo statunitensi, capaci di dominare in lungo e in largo e prendersi l’oro senza discussione alcuna; si tratta di un argento comunque insperato alla vigilia, un premio alla carriera di un’immensa campionessa quale è Tania di Mario.

É stata una giornata di passione anche sulle strade di Rio per i marciatori, che soffocati dal caldo brasiliano hanno dato vita a gare drammatiche, sportivamente e non: la 50 km (orfana di Alex Schwazer) è stata la gara di Toth e di Diniz (quest’ultimo svenuto e più volte ripartito); la 20 km femminile è stata la gara del quarto posto di Antonella Palmisano, che deve inchinarsi allo trasmetter cinese.

É stata anche una giornata di delusioni per Maicol Verzotto, penultimo nell’eliminatoria una piattaforma maschile che si preannuncia stellare, e per Veronica Bertolini, ampiamente fuori dalla finale del concorso individuale di ritmica.

Positive invece, le prove di Manfredi Rizza nel k1 200 metri (finale raggiunta), di Alice Sotero, che ha chiuso all’ottavo posto la gara di Pentathlon moderno e della squadra azzurra di nuoto sincronizzato, che ha confermato nel programma libero il quinto posto ottenuto nel programma tecnico.

——-

ORE 01.52: La Serbia è in finale torneo di basket maschile e sfiderà Team Usa per l’oro (riedizione della finale mondiale del 2014). L’Australia è sconfitta per 87 – 61.

ORE 00.41: Dopo due quarti la Serbia domina nel punteggio contro l’Australia. 35 – 14 nella seconda semifinale del torneo olimpico di basket. La vincente affronterà gli Stati Uniti.

ORE 00.18: La Germania è medaglia d’oro nel calcio femminile! Sconfitta in finale la Svezia per 2 reti a 1: gol di Marozsan e autogol di Sembrant per le teutoniche, inutile il gol Blackstenius per le svedesi. Bronzo al Canada che dunque lascia a mani vuote il Brasile.

ORE 00.05: Si chiude l’eliminatoria della piattaforma maschile di tuffi. Mesta eliminazione per Maicol Verzotto (27esimo e penultimo). Gara spaziale di Daley e i due cinesi, Qiu Bo e Chen Aisen.

ORE 23.36: Dopo 5 serie di tuffi, Maicol Verzotto è in 26esima e penultima posizione nelle eliminatorie della piattaforma maschile (284.20). Passano il turno i primi 18. Dominano la classifica Thomas Daley e i due cinesi, Chen Aisen e Qui Bo (tutti e tre ampiamente in grado di superare i 540 punti in eliminatoria).

ORE 23.28: Con un sorpasso nell’ultima serie di tiro, è Chloe Esposito (Australia) l’oro del pentathlon moderno, davanti a Elodie Clouvel (Francia). Bronzo per la polacca Nowacka, in testa alla gara prima dell’evento finale. Ottava la nostra Alice Sotero (terza provvisoria fino alla gara di equitazione).

ORE 23.15: É in corso il combined event (corsa – tiro a segno), prova conclusiva del Pentathlon moderno femminile. Attenzioni per l’azzurra Alice Sotero, che dopo le prove di nuoto, scherma ed equitazione è sesta. Le partenze avverranno con il distacco in punti convertito in secondi (il podio per l’azzurra è distante 15 secondi).

ORE 23.01: Dopo 4 serie di tuffi, Maicol Verzotto è in 27esima e penultima posizione nelle eliminatorie della piattaforma maschile (228.10). Passano il turno i primi 18. Guidano la classifica Thomas Daley e i due cinesi, Chen Aisen e Qiu Bo.

ORE 22.58: Si chiudono mestamente le qualifiche del concorso generale individuale di ginnastica ritmica per Veronica Bertolini. Dopo le 4 rotazioni di gara, l’azzurra è solo 19esima (fuori dalle 10 qualificate in finale).

ORE 22.33: Dopo 3 serie di tuffi, Maicol Verzotto è in 23esima posizione nelle eliminatorie della piattaforma maschile (186.50). Passano il turno i primi 18. Guidano la classifica Thomas Daley e i due cinesi, Chen Aisen e Qiu Bo.

ORE 22.10: Team Usa di basket è in finale! La Spagna è costretta a cedere per 76 – 82 e a saltare la finale per l’oro dopo due olimpiadi consecutive.

ORE 21.37: É finita. L’Italia del Setterosa è medaglia d’argento nel torneo di pallanuoto femminile. Oro agli Stati Uniti, vincenti in finale per 12 – 5.

ORE 21.32: Dopo la prima serie di tuffi, Micol Verzotto è in 13esima posizione nelle eliminatorie della piattaforma maschile. Passano il turno i primi 18.

ORE 21.24: Inizia il quarto tempo della finale femminile di pallanuoto. Setterosa in svantaggio per 9 – 4 (CLICCA QUI PER LA DIRETTA)

ORE 21.13: Dopo due quarti, grande spettacolo alla Carioca arena 1, dove è in scena la grande sfida del basket mondiale, Usa – Spagna: punteggio sul 39-45 all’intervallo della semifinale.

ORE 21.08: Riprende il gioco all’Aquatics stadium! Italia e Stati Uniti di pallanuoto femminile sono sul 3 – 6 (CLICCA QUI PER LA DIRETTA)

ORE 21.00: Si chiude al quarto posto la prova di Antonella Palmisano, fuori dal podio per una ventina di secondi. Vittoria di Liu Hong.

ORE 20.51: Nella marcia, l’italiana Palmisano viene staccata da un gruppetto di tre atlete formato da due cinesi e una messicana.

ORE 20.50: Il Setterosa chiude il primo parziale sotto per 4 a 1.

ORE 20.45: Nella marcia, a 4 km dalla conclusione, un gruppetto ha preso un buon margine di vantaggio e si invola verso il traguardo. Tra le atlete anche l’italiana Palmisano, insieme all’azzurra tre cinesi e una messicana.

ORE 20.36: Lo svantaggio dura poco, Radicchi pareggia e si profila una partita equilibrata.

ORE 20.35: Pronti, via e il Setterosa è già sotto contro gli Usa: la rete di Mathewson.

ORE 20.30: Le attenzioni si spostano in piscina dove le ragazze italiane affrontano nella finale della pallanuoto gli Stati Uniti.

ORE 20.29: Impresa dell’Italia del volley. È finale! Battuti gli Stati Uniti al quinto set: 15-9. La medaglia d’argento è già sicura.

Ore 20.15: L’Italia riporta in parità l’esito dell’incontro vincendo il quarto set per 25 a 22. La semifinale si deciderà al tie breack.

Ore 19.37: Gli Usa vincono anche il terzo set e sono in vantaggio per 2 set a 1. Parziale senza storia: 25-9.

Ore 19.34: Black out per l’Italia. Nel terzo set gli Stati Uniti conducono per 16 a 4.

Ore 19.30: È iniziata la marcia femminile. Grande attesa per le azzurre.

Ore 19.02: Gli Usa pareggiano l’incontro con l’Italia: 28-26.

Ore 18.36: L’Italia vince il primo set della semifinale di volley maschile contro gli Usa: 30-28, dopo un ottimo recupero.

Ore 18.18: Gli azzurri di volley rimangono nella scia degli Stati Uniti e recuperano: sono sotto per 19 a 16.

Ore 18.06: L’Italia di volley non inizia nel migliore dei modi la semifinale contro gli Usa e si trova sotto 8 a 3.

Ore 17.58: L’oro nel nuoto sincronizzato a squadre è andato alla Russia. A conquistare l’argento è stata la Cina, il bronzo è andato al Giappone. Per l’Italia un quinto posto.

ORE 17.51: Tutto è pronto al Maracanazinho! Italia e Stati Uniti scendono in campo per la semifinale di pallavolo maschile (CLICCA QUI PER LA DIRETTA)

ORE 17.40: Sale l’attesa per Italia Stati Uniti di pallavolo maschile! Tra poco le squadre saranno in campo: in palio l’accesso nella finale per l’oro.

ORE 17.22: Il punteggio della squadra azzurra è di 92.6667 (totale di 183.3809). Primo posto provvisorio in attesa delle formazioni migliori.

ORE 17.15: Ecco la squadra italiana del nuoto sincronizzato, per un programma libero sulle note della colonna sonora del film “Lo chiamavano Jeeg Robot”.

ORE 17.05: Ha preso il via il programma libero del nuoto sincronizzato a squadre, che oggi assegna le medaglie. Italia quinta dopo il programma tecnico di ieri.

ORE 16.51: Veronica Bertolini ha chiuso la prima rotazione della ginnastica ritmica individuale. Dopo l’esercizio con la palla, l’azzurra è 23esima provvisoria con 16.550 (esecuzione di 8.200 per un errore nel recuperare l’attrezzo).

ORE 16.49: Diniz è arrivato al traguardo, ottavo con il tempo di 3.46.43. La sua epopea è finita (VIDEO).

ORE 16.42: Matej Toth (Slovacchia) è medaglia d’oro nella 50 km di marcia, Tallent argento, Arai bronzo. La Slovacchia non aveva mai vinto un oro olimpico al di fuori della canoa, da stato indipendente.

ORE 16.39: Toth ad un passo dall’oro, Tallent rischia di perdere anche l’argento nei confronti del giapponese Arai. Il canadese Dunfee in grande difficoltà nel gesto tecnico.

ORE 16.30: Yohann Diniz continua a fermarsi e ripartire (VIDEO), mentre in testa Toth è riuscito a rientrare sul fuggitivo Tallent e a staccarlo immediatamente. Lo slovacco è ora il grande favorito per l’oro.

ORE 16.09: Nonostante il mancamento, Diniz barcolla pericolosamente ma è ancora settimo nella 50 km. In testa, è in fuga Jared Tallent (Australia) inseguito dal giapponese Arai e lo slovacco Toth. Atleti nei pressi del 45esimo chilometro. De Luca in lotta per il 20esimo posto.

ORE 16.01: Niente da fare per il k4 azzurro nei 1000 metri. L’equipaggio azzurro si classifica al quinto posto in semifinale. Solo finale B per Ripamonti, Dressino, Crenna e Ricchetti.

ORE 15.46: Diniz a terra! Il francese si è accasciato a terra, in evidente carenza di liquidi! Grande apprensione per lui, ma improvvisamente riparte (VIDEO)! Ritirato l’azzurro Giupponi.

ORE 15.43: Caporaso squalificato dalla marcia (tre proposte di squalifica). Diniz, Tallent e Toth cercano di riorganizzare l’inseguimento sul Dunfee.

ORE 15.29: Yohann Diniz si è fermato (problemi inguinali) ed è stato ripreso dal canadese Dunfee in testa alla corsa. Il canadese passa al 35esimo chilometro con il tempo di 2.34.39, Diniz è ora a 8 secondi di divario, Toth (Slovacchia) a 14 secondi.

ORE 15.26: É iniziata la prima rotazione del concorso individuale di ginnastica ritmica. A difendere i colori italiani nell’individuale sarà Veronica Bertolini.

ORE 15.16: Manfredi Rizza è in finale nel kayak k1 200 metri, in virtù del terzo posto in semifinale. Prova di spessore dell’azzurro, dopo il secondo posto in batteria.

ORE 15.02: Il k4 1000 metri uomini è in semifinale, così come tutte gli equipaggi dal secondo posto fino all’ultimo di batteria. Gli azzurri (settimi) hanno risparmiato in maniera evidente le energie in vista della semifinale.

ORE 14.58: Si torna nel bacino del canottaggio. Il k4 azzurro è impegnato nelle batterie dei 1000 metri. Equipaggio composto da Ripamonti – Dressino – Ricchetti – Crenna.

ORE 14.54: Siamo a metà gara. Diniz continua la propria corsa di testa (tempo di 1.49.31). Il gruppo inseguitore è a 1.40 dal leader. Marco De Luca migliore degli italiani finora, 17esimo; Giupponi 20esimo.

ORE 14.27: 20 chilometri di marcia, il passaggio di Johann Diniz è di 1.27.41. Il francese ha un minuto e 20 secondi di vantaggio sul gruppo inseguitore che comprende lo slovacco Toth e l’australiano Tallent.

ORE 14.07: Passaggio del 15esimo chilometro nella marcia. Diniz in fuga con quasi un minuto di vantaggio su Toth e Tallent. De Luca è 12esimo, Giupponi 14esimo (a 2 minuti e mezzo); Caporaso 43esimo.

ORE 14.00: Bravo Manfredi Rizza!! Secondo posto in batteria e accesso in semifinale per l’azzurro, preceduto solo dal tedesco Rauhe (campione del mondo).

ORE 13.45: Passaggio al decimo dei 50 km di gara. Yohan Diniz passa in testa da solo con 44.18, il gruppo insegue trascinato da Tallent e Toth. De Luca e Caporaso staccati di circa un minuto (12esimo e 13esimo).

ORE 13.20: Yohann Diniz (Francia) tenta subito la fuga. L’Italia guida l’inseguimento con Marco De Luca.

ORE 13.01: Si parte! É iniziata la 50 km di marcia (la gara che doveva essere di Alex Schwazer) Tre gli azzurri impegnati: De Luca, Giupponi, Caporaso

——–

Si entra negli ultimi tre giorni di gare a Rio de Janeiro e l’Italia si gioca le ultime chance di medaglia per rimpinguare ulteriormente il medagliere azzurro.

I primi a tentare la sorte saranno gli uomini e le donne della marcia azzurra: la maschile (orfana di Alex Schwazer), tenterà l’impresa nella 50 km, mentre chance più concrete sono riposte in Giorgi, Rigaudo e Palmisano nella 20 km femminile.

Ma il 19 agosto è il giorno delle squadre, ancora una volta: Setterosa e Italvolley maschile vanno a caccia della gloria, in una doppia sfida bello spazio di poche ore agli Stati Uniti, avversario di mille battaglie, che parte ancora con i favori del pronostico, ma che non potrà sottovalutare l’ardore azzurro.

Speranze di qualificazione per Maicol Verzotto nella gara della piattaforma, per Veronica Bertolini nell’individuale di ginnastica ritmica, ma anche per la squadra azzurra del Pentathlon moderno per il k4 1000 metri; occhio alla finale per la squadra di nuoto sincronizzato, che parte dal quinto posto provvisorio dopo il programma tecnico.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820