Aggiornato alle: 21:35

Datteri e intestino, 5 motivi per mangiarli a volontà

di Valentina Grasso

» Salute » Datteri e intestino, 5 motivi per mangiarli a volontà

Datteri e intestino, 5 motivi per mangiarli a volontà

| lunedì 17 Dicembre 2018 - 12:18
Datteri e intestino, 5 motivi per mangiarli a volontà

Durante le festività, tra le varie cibarie presenti sulla tavola imbandita, non mancano mai i datteri. Un frutto dolce e gustoso originario dell’Asia occidentale e dell’Africa dove sono usati come tradizionale frutto di benvenuto, leggero e con poche calorie che riserva grandi benefici per il nostro organismo. Ricco di sali minerali,zolfo, calcio, ferro, zinco, potassio, fosforo, rame, magnesio e manganese, ma anche di vitamine del gruppo B, A e K e di fibre è un valido aiuto ipocalorico per mantenere in salute il nostro intestino.

Salute dell’intestino: 5 motivi per mangiare i datteri 

Sono soprattutto la nicotina e le fibre a risolvere vari problemi a livello intestinale stimolando la riproduzione della flora batterica buona e inibendo la formazione di quella cattiva. In questo modo si eliminano i problemi di costipazione preservando l’equilibrio e la naturale regolarità.

Il consumo di datteri garantisce un netto miglioramento dei movimenti intestinali, favorendo il passaggio del cibo nel tratto intestinale. E grazie invece all’alto contenuto di potassio, i datteri sono utili a contrastare i sintomi da diarrea cronica. 

In caso di intossicazione alimentare e se avete bevuto troppo soprattutto a Natale, gli esperti consigliano di mangiare i datteri la mattina presto per eliminare il senso di bruciore e di nausea. Infine mangiare datteri favorisce una migliore digestione e ne riduce i disturbi tipici.

Foto da Pixabay

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it