Aggiornato alle: 09:36

Coliche nei neonati, il massaggio in 5 mosse

di Valentina Grasso

» Salute » Coliche nei neonati, il massaggio in 5 mosse

Coliche nei neonati, il massaggio in 5 mosse

| martedì 15 Gennaio 2019 - 20:07
Coliche nei neonati, il massaggio in 5 mosse

Il contatto con la madre è fonte di benessere per il bambino fin dalla nascita. Il bebè, abituato ad essere cullato e massaggiato all’interno dell’utero materno, dopo il parto, e nei mesi successivi, ha bisogno di essere rassicurato.

Venire al mondo può causare un senso di spaesamento nel bambino e il tatto può rassicurarlo e farlo sentire a suo agio. Attraverso il massaggio, il bebè infatti inizia a sentire l’amore della sua mamma e capisce di essere in un luogo protetto dove niente può turbarlo.

Secondo uno studio recente condotto dai ricercatori dell’Università di Oxford e della John Moores University di Liverpool e pubblicato
sulla rivista scientifica Current Biology, il massagio aiuta il piccolo a minimizzare l’attività cerebrale associata a esperienze dolorose.

Coliche, mal di pancia, aria nello stomaco e ancora, per esempio, iniezioni da vaccino frequenti soprattutto nei primi mesi di vita possono provocare meno dolore nel bebè se contrastato con coccole e massaggi, fatti secondo alcune precauzioni e con una certa frequenza.

La ricerca ha preso in esame l’attività cerebrale di 32 bambini, mentre venivano sottoposti a normali esami del sangue. La metà dei bebè, durante il prelievo, è stata accarezzata con un pennello morbido. Il gruppo monitorato ha mostrato il 40% in meno di attività del dolore nel cervello rispetto al gruppo di controllo.

Come massaggiare il bebè per ridurre le coliche

  • Per prima cosa preparate la zona in cui massaggiare il bambino, provvista di pannolini e tappetino su cui cambiarlo, un panno caldo su cui poggiarlo, salviettine umide e olio specifico e ipoallergenico.
  • Togliete tutina e bavetta e cercate di capire se il vostro contatto lo infastidisce accarezzandolo dalla fronte, passando per la guancia fin al mente. Se non mostra alcun sintomo di disagio potete procedere.
  • Iniziate massaggiando petto e pancino e, se non il piccolo non si agita e appena prenderete confidenza con i movimenti da eseguire, procedete con gambe, braccia, mani, piedini e schiena.
  • Se vi rendete conto che da supino non riesce a respirare bene, poggiatelo sulle ginocchia sempre su un panno caldo.
  • Evitate di massaggiare il bambino subito dopo la pappa perché potrebbe causargli problemi di digestione. Aspettate inoltre 72 ore dai vaccini per il massaggio successivo.

Foto da Pixabay

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it